Le parole di Elena Sofia Ricci su età e chirurgia plastica hanno appassionato i fan dell’attrice. Tornata in televisione con la quinta stagione di Che Dio ci aiuti, la Suor Angela del piccolo schermo ha raccontato in un’intervista a Vanity Fair le gioie dell’essere mamma e degli anni che passano.

“Non mi sfracello con la chirurgia plastica, perché più riempi la faccia più cade sotto il peso della gravità. Preferisco far cadere quel poco che ho e non mettermi a competere con le più giovani. Può sempre servire una bella e affascinante cinquantenne, se divento un muppet non posso più fare nulla”, ha detto.

Elena Sofia Ricci su età e chirurgia plastica

La Ricci, 57 anni, ha affrontato un anno difficile: nonostante il successo di Loro di Paolo Sorrentino (che le è valso un Nastro d’Argento), la morte della madre Elena Ricci Poccetto è stata un brutto colpo.

Da allora si è rituffata nel lavoro, consapevole del fatto che “l’età ti dà la possibilità di apprezzare tutto, regala lucidità e gratitudine. Quando sei una ragazza non capisci niente, non sai essere grata alla vita. Crescere significa dare il giusto valore a tutto, anche le esperienze più dolorose sono opportunità per aprire lo sguardo sulla vita”.

Elena Sofia Ricci su età e chirurgia plastica
Elena Sofia Ricci (foto: Twitter @CheDioCiAiuti_5)

Elena Sofia Ricci figlie e marito sempre nel cuore

“Le mie figlie, Emma e Maria, sono molto belle – ha aggiunto – ma ‘ogni scarrafone è bell’a mamma soia’. Dico sempre loro che la bellezza esteriore se ne va e quella interiore ti fa brillare, sembra una banalità ma è vero”.

Il suo stile di vita resta impeccabile ed è il vero segreto della sua salute: “Il gesto di bellezza irrinunciabile è sistemarmi i capelli. A vent’anni, invece, non uscivo di casa se non ero truccata. Adesso sono più sicura di me”, ha spiegato. “Vado a letto alle nove, o giù di lì, sveglia alle 6, la cura alla mia età è il riposo. Non faccio poi tanto altro, anzi sì: mangio bene, non fumo, ho un personal trainer, con cui faccio esercizi per scaricare la schiena”.

All’arrivo dei 60 anni “mi ci sto avvicinano molto bene, anche se mi fa un po’ impressione, ma mi sento come una bella quarantenne, in piena forma. Già a sedici anni sapevo che quarant’anni sarebbe stata l’età più bella. Non vedevo l’ora di arrivarci per avere quella grinta, quella stabilità emotiva che si conquista”.

Commenti