Alda D’Eusanio attacca la Rai nell’intervista di Francesca Fagnani a Belve. Diretta e vulcanica, la conduttrice ha ripercorso la sua carriera, tra alti e bassi, e non ha risparmiato feroci critiche al servizio pubblico. “Semplicemente se c’era da mandare a fanculo un direttore, ce lo mandavo. Per cui hanno fatto di me carne di porco. Serviva il posto tuo che andava bene per un altro conduttore? Me l’hanno tolto!”, ha spiegato.

Alda D’Eusanio attacca la Rai

L’episodio in questione è quello accaduto nel 2013 durante la trasmissione La vita in diretta. La conduttrice venne accusata di aver rivolto parole considerate offensive e inumane riguardo la disabilità di un ragazzo risvegliatosi dal coma. “Rivolgo un appello pubblico a mia mamma. Se dovesse accadermi quello che è accaduto a Max, mamma ti prego non fare come la mamma di Max. Quella non è vita”, disse la giornalista tv. “Tornare in vita senza essere più libero, indipendente, soffrire avere quello sguardo vuoto, mi dispiace”.

Dichiarazioni che vennero considerate superficiali e oltraggiose. “La Rai si dissocia dalle dichiarazioni e dai commenti che la giornalista Alda D’Eusanio” ed “esprime solidarietà e comprensione alla famiglia, apprezzandone i valori e i sacrifici fatti per consentire al giovane Max di continuare a vivere nella convinzione che la vita è ‘bella così come e’ e che merita di essere vissuta pienamente”. È questo un estratto del comunicato della Rai a seguito della polemica.

Alda D'Eusanio attacca la Rai
Alda D’Eusanio (foto: Twitter @iloft)

Alda D’Eusanio, Rai nel mirino

“A quella famiglia ho chiesto scusa, ho mandato una lettera”, ha raccontato D’Eusanio. “Si collegano con questa famiglia, io ero ospite perché ero uscita da un coma, e c’era questo ragazzo in sedia a rotelle che stava con la testa giù, la mamma da dietro gli acchiappava la testa e gliela tirava su e parlava e il ragazzo rimetteva la testa giù e la mamma gliela ritirava su. Io ho detto: ‘Faccio un appello pubblico alla mia mamma: mamma, se mi dovesse accadere quello che è accaduto a quel ragazzo – perché la mamma raccontava che questo ragazzo era uscito dal coma dopo 10 anni e lei aveva fatto di tutto con il suo amore per non lasciarlo andare – Io ho detto: ‘Mamma, ti prego, se a me dovesse capitare la stessa cosa che è accaduta a quel ragazzo, tu lasciami andare’”.

La reazione della Rai fu durissima, rivela D’Eusanio: “La Tarantola, presidentessa della Rai, ha dato l’ordine a tutti i capi struttura e direttori di rete di non invitarmi mai più! Dimmi, cosa c’è di sbagliato visto che anche tu prima hai detto che condividevi, dimmelo Francesca, sto facendo la belva…”. Dopo quella a Simona Ventura, l’intervista ad Alda D’Eusanio di Belve andrà in onda  su Nove venerdì 22 giugno alle 22:45.

Commenti