In molti non sanno che la cantante Arisa ha in realtà un passato anche da attrice. Ha partecipato a film al cinema come “Tutta colpa della musica” di Ricky Tognazzi nel 2011, “La peggior settimana della mia vita” di Alessandro Genovesi sempre nel 2011 e poi “Colpi di fulmine” di Neri Parenti nel 2012. I suoi personaggi sono sempre un po’ sui generis come la sua personalità artistica e il suo carattere davvero spumeggiante e forse “un po’ matto” (come le dice Morgan, ndr).

La confessione di Arisa sul rapporto con gli altri

In una intervista rilasciata al settimanale “Grazia” ha dato dimostrazione di questo suo carattere esuberante raccontando il suo rapporto con gli altri e proprio su questo ha sconvolto un po’ tutti con delle dichiarazioni particolari: “Preferisco mostrarmi per quello che sono, quel che canto è davvero dedicato alla gente. Non voglio avere filtri con le persone. Non mi piace essere toccata, o baciata, è vero, ma l’amore che provo quando faccio qualcosa per gli altri è grande”.

arisa-intervista-dopo-sanremo

La cantante si è occupata anche di doppiaggio e in particolare la ricordiamo in “Cattivissimo me 2” con la regia di Pierre Coffin e Chris Renaud nel 2013 e ha dato la voce di Lucy Wilde. Ma di sicuro, tra la recitazione, il doppiaggio e le esperienze in tv, Arisa preferisce comunque seguire la sua passione che è il canto. Ha appena concluso la sua esperienza al Festival di Sanremo con la canzone “Guardando il cielo”.

Arisa commenta il suo look di Sanremo 2016

Il suo look sul palco dell’Ariston è stato molto criticato e si è difesa dicendo: “Nel tempo ho capito che la mia sicurezza non arriva dalla sensualità, ma dalla creatività. Più un abito rispecchia la mia vera essenza, più sono felice”. Arisa ama il clima di festa che si vive durante il Festival: “È stato bello ritrovarsi. Mi piacerebbe che fosse così tutto l’anno, vedere i colleghi, gli amici così come accade qui. È bella la tensione che c’è quando sei tanto impegnato nella tua passione”. Per le sue stranezze si giustifica dicendo: “Crede che io sia un po’ matta? Morgan me lo dice sempre”.

Commenti