La cantante Arisa, all’anagrafe Rosalba Pippa, ha sempre avuto un rapporto un po’ particolare con il pubblico e i colleghi. Questa volta la poliedrica cantante lucana, che abbiamo visto anche al cinema nel film di Ricky Tognazzi “Tutta colpa della musica” (2011), in “La peggior settimana della mia vita” di Alessandro Genovesi nel 2012 e nello stesso anno in “Colpi di fulmine” di Neri Parenti), si è sfogata su Facebook per un paragone azzardato con Mia Martini.

Arisa criticata per un post su Facebook

Arisa aveva scandalizzato tutti per un post scritto su Facebook in cui diceva: “Non mi farete fare la fine di Mia Martini”. La ragazza di origini lucane intendeva protestare contro la sua esclusione ad alcune manifestazioni musicali (come i Wind Music Award). Si è sentita molto esclusa e ferita da questo isolamento nel settore musicale italiano e si è quindi paragonata alla grande cantante, sorella di Loredana Bertè, la cui vita è stata legata ad alcune dicerie sul fatto che portava sfortuna.

arisa-facebook

Il suo post è stato molto criticato da tutti i fan tanto da obbligare la cantante di “Sincerità” ad un chiarimento in merito alla vicenda. E così, approfittando di un’intervista a Vanity Fair, ha spiegato: “Voglio farmi vedere, esibirmi, essere con gli altri artisti, partecipare alla vita musicale del Paese. Forse è vanità, non lo so. Ma so che la mia vita non è una passeggiata e che impegnandomi così tanto voglio poter vedere i frutti di quell’impegno”.

Arisa e Mia Martini unite dallo stesso destino?

Ma cosa c’entra allora Mia Martini? Come mai questo paragone così avventato? Ha provato a spiegare: “Per un certo periodo mi sono sentita molto vicino a Mia Martini. Non come artista perché lei è irraggiungibile, ma sotto l’aspetto dell’esclusione perché anche lei, come me, non era ovunque e avrebbe meritato di appartenere di più al pubblico. Io non mi sono pentita di quella frase, ma se ho sbagliato e se qualcuno si è sentito offeso dal paragone me ne scuso. Pazienza”.

Commenti