Se volesse diventare cittadina russa, Putin sarebbe pronto a considerare la sua richiesta. È per questo che una delle attrici italiane più famose al mondo era in visita a Mosca con auto personale e guardia del corpo. Ma l’autista di Ornella Muti parcheggia sulla ciclabile e così la visita di cortesia si trasforma in una rissa. Tutto è successo nella giornata di sabato.

Autista di Ornella Muti parcheggia sulla ciclabile
L’auto incriminata

La Muti, secondo il quotidiano Kommersant, stava preparando i documenti per richiedere la cittadinanza alla Russia, quando è stata anticipata da Dmitry Peskov, il portavoce del Cremlino, il quale ha dato la sua disponibilità ad accogliere un’eventuale domanda per il passaporto sovietico. L’attrice, amica di Putin, sarebbe solo l’ultima di una lunga lista di celebrità, che va da Gerard Depardieu a Steven Seagal.

Autista di Ornella Muti parcheggia sulla ciclabile

Ma le cose non sono iniziate nel migliore dei modi. La Mercedes che la stava aspettando all’uscita dall’albergo di lusso Ararat Park Hyatt, era infatti parcheggiata sulla pista ciclabile. Constantin Konovalov, ciclista, blogger e architetto, ha chiesto di spostare l’auto per poter passare. Ne è nata una discussione con l’autista e la guardia del corpo. Il ciclista dice di essere stato aggredito e di aver chiamato la polizia.

Autista di Ornella Muti parcheggia sulla ciclabile
La Mercedes che attendeva l’attrice

Gli agenti si sarebbero però limitati a consigliargli di accettare le scuse dei due, che si sarebbero giustificati con la necessità di farsi trovare a ridosso del portone dell’hotel. Il blogger è comunque riuscito a scattare alcune foto e le ha diffuse in rete. Alla Muti e il suo legame con la Russia è legato anche un altro episodio poco piacevole.

Il precedente in Russia

Nel 2010 l’attrice doveva essere presente al Teatro Verdi di Pordenone per uno spettacolo e si diede malata, presentando anche certificati medici falsi. L’evento fu annullato perché la Muti aveva  preso parte a un gala di beneficenza con Vladimir Putin a San Pietroburgo. In seguito, venne condannata dal tribunale di Pordenone a 8 mesi di carcere e ad un multa altissima, pena commutata poi in una multa diminuita.

Commenti