La statua dedicata a Fabrizio Frizzi è diventata un caso. Costanzo Cascavilla, il sindaco di San Giovanni Rotondo, il paese in provincia di Foggia dove Padre Pio visse dal 1916 al 1968, non vuole il monumento nella cittadina. In una lettera aperta ha spiegato i motivi di questa scelta. “L’amministrazione di San Giovanni Rotondo – spiega il primo cittadino del paese – non ha mai autorizzato la collocazione della statua in bronzo di Fabrizio Frizzi nei pressi del parco Carmelo Durante e non ha mai ricevuto alcuna richiesta né di patrocinio né di sostegno all’iniziativa da parte del comitato promotore”.

Fabrizio Frizzi: la statua diventa un caso

Gli obblighi amministrativi, secondo Cascavilla, sarebbero soltanto una parte di questa decisione. “Non è un atteggiamento ostativo verso la figura del noto presentatore – ha precisato il sindaco – o verso i suoi familiari, ma un richiamo al rispetto del nome della città di San Giovanni Rotondo, accostato a iniziative che sono personali, sporadiche e probabilmente finalizzate solo a un ritorno mediatico”.

Fabrizio Frizzi statua
Fabrizio Frizzi (foto: Twitter)

Fabrizio Frizzi: moglie e figli non vogliono un circo mediatico

La statua di Fabrizio Frizzi è un’iniziativa di Michele Miglionico, scultore di arte sacra nativo del luogo. L’artista ha deciso di dedicare al conduttore un’opera in bronzo perché Frizzi era un devoto di San Pio. Era stato in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo nel 1999 e poi nel 2008. Lì aveva incontrato e parlato con i figli spirituali del frate di Pietrelcina. Da qui l’idea di formare un comitato per la statua in onore e memoria di Fabrizio, scomparso a 60 anni nella notte tra il 25 e il 26 marzo scorso.

Rispettiamo la memoria di Frizzi e il dolore dei suoi familiari, ma chiediamo stesso rispetto – ha concluso il sindaco – per la nostra città che non vuole diventare protagonista del circo mediatico di rotocalchi e notizie sensazionalistiche”. Il comunicato è stato pubblicato sul sito ufficiale del comune.

Commenti