I primi messaggi rilasciati tramite social da Luigi Favoloso e Nina Moric non lasciano intendere nulla di buono. Dalle parole della modella croata pare essere definitivamente finita per lei. L’imprenditore napoletano, invece, assume tono di sfida come se le vicende che l’hanno portato alla squalifica non l’avessero minimamente sfiorato. Se il Grande Fratello 2018 condotto da Barbara D’Urso è nei guai, un po’ è anche per colpa dell’ex concorrente.

Luigi Favoloso e Nina Moric: è finita per sempre?

Nina Moric ha lasciato Luigi Favoloso tramite un comunicato ufficiale del GF mentre lui era ancora nella casa. Sono seguite dichiarazioni della modella che hanno lasciato intendere ci fosse qualche speranza, ma il napoletano ne ha fatte tante. In primis, provarci con alcune concorrenti del reality, addirittura confessando di aver avuto rapporti intimi con 3 di loro.

luigi favoloso e nina moric
Luigi Favoloso e Nina Moric dopo il Grande Fratello: i messaggi social

Questo quanto ha scritto la Moric subito dopo essere uscita dalla casa del GF con Luigi: “La vera follia è fare finta di essere felici, fare finta che il modo in cui ti vanno le cose sia il modo in cui devono andare per il resto della tua vita, tutti i desideri, le speranze, tutte le gioie, le emozioni e le passioni che la vita ti ha tolto sono lì davanti a te, puoi riprenderti tutto“. Sembra quasi un inno alla voglia di ricominciare, ma senza l’ex compagno.

Luigi Favoloso su Instagram: “È stato tutto perfetto”

L’ultimo gesto di Luigi nella casa del GF15 è stato quello di indossare una maglietta con una scritta sessista e offensiva nei confronti di Selvaggia Lucarelli. Tale bravata gli è costata la squalifica dal gioco. Si è parlato tanto di bullismo e violenza sulle donne in questa edizione del GF, soprattutto con Favoloso che, però, sembra non essersi pentito di nulla. “Speravo che le cose andassero semplicemente bene e invece…è stato tutto quasi perfetto“, scrive il napoletano su Instagram. Insomma, pare che la lezione non l’abbia imparata e che tutti gli ammonimenti della D’Urso siano serviti a poco o niente.

Commenti