Fanno discutere le parole di Sandra Milo su Virginia Raffaele. L’attrice, 85 anni il prossimo 11 marzo, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui ha parlato di Fellini, della violenza e delle molestie e dell’imitazione della comica che ha generato tante polemiche.

Sono l’unica della mia età senza premi alla carriera”, ha esordito “Sandrocchia”. “L’amore amore è stato solo uno: Federico Fellini. Ancora oggi ci parlo come se fosse qua. Sono stata anche molto felice se*sualmente con lui. Non mi fraintenda: quando facevo l’amore mi sembrava di essere la terra, il cielo, gli alberi, la tempesta, la neve, l’universo intero che si concentravano in quell’atto”.

Sandra Milo su Virginia Raffaele
Sandra Milo (foto: Vittorio Zunino Celotto/Getty)

Peccato che Federico scelse di morire”, ha rivelato Milo. “Non voleva più vivere. Era un uomo fantastico che adorava il suo lavoro, ma nell’ultimo periodo era chiuso nel bagaglio di ricordi, gli stava mancando l’ispirazione che era la sua prima ragione di vita. In più io lo avevo lasciato”.

L’attrice sa bene cosa vuol dire subire. Alcuni suoi ex compagni, come Ergas e De Lollis, ebbero atteggiamenti molto violenti nei suoi confronti. Anche se lei non ha mai denunciato: “Mi vergognavo; non tanto per me, quanto per loro…”. “È orrendo quando non hai scelta, come non ne hanno le commesse. Ma altrimenti puoi sempre dire di no”.

Sandra Milo su Virginia Raffaele: le sue parole

Milo, in queste settimane al cinema nel cast di A casa tutti bene di Gabriele Muccino, ha poi affrontato un altro argomento scottante. L’imitazione di Virginia Raffaele al Festival di Sanremo (disponibile su RaiPlay). “Sinceramente quando parlano male di me non me ne può fregar di meno, mi importa poco anche delle lodi perché vanno e vengono”, ha spiegato Sandra.

Quella volta a Sanremo si offesero le mie figlie. Se lei facesse queste imitazioni così crudeli per poi chiudere in positivo lo capirei: va bene, ridi di me, ma alla fine riconosci il mio valore. Non mi ha mai chiamato per scusarsi. Comunque ho trovato l’imitazione volgare, ma non sono io che l’ho fatta e non sono responsabile delle azioni altrui”.

Commenti