SpiderMan è l’action-adventure su uno dei personaggi più amati dell’universo Marvel, in uscita il 7 settembre in esclusiva su PS4. Il videogame di Insomniac (Ratchet & Clank, Sunset Overdrive, Spyro) è stato preceduto da un tam-tam che ha incuriosito i fan. Il risultato è soddisfacente, specie per chi è un appassionato di Spidey e ama gli Open World tradizionali. I punti di forza del gioco sono due: i combattimenti e i voli tra i palazzoni di New York. Il combat system produce risultati divertenti e veloci (peccato i cattivi abbiano una scarsa caratterizzazione), le doti acrobatiche esibite a colpi di ragnatele tra i grattacieli della Grande Mela e la cima della Avengers Tower sono davvero fantastiche.

SpiderMan PS4: com’è il videogioco Insomniac

Dopo il successo di Homecoming e Avengers: Infinity War, Insomniac ha pensato bene di far vivere una storia “diversa” nell’universo Marvel. Peter Parker ha già 23 anni, è maturo e consapevole dei suoi super-poteri (così come di super-problemi e super-responsabilità). Sulla sua strada trova il sindaco Norman Osborn e soprattutto Kingpin, il criminale che spadroneggia impunito tra le strade della città. J. Jonah Jameson continua la sua campagna anti-Uomo Ragno dalle frequenze radio, mentre l’ex fidanzata (ma sempre amata) Mary Jane è diventata una giornalista investigativa. Ma le difficoltà e le minacce non arriveranno da loro, bensì dalle persone a lui più vicine.

SpiderMan PS4
Spider-Man (foto: Facebook @insomniacgames)

SpiderMan PS4: uscita il 7 settembre

Tutti i personaggi sorprendono per intensità e coinvolgimento: il sistema delle animazioni facciali messo a punto dai creatori può rappresentare fino a 60 mila angolazioni delle espressioni. Ma a convincere è soprattutto la New York ricreata da Insomniac, suddivisa in circa 800 zone, ognuna grande 128 metri quadrati. Il gioco sfrutta la tecnologia del temporal injection, che rende fluida l’immagine in 4K grazie a quattro milioni di campioni jittered impiegati per ricostruire un frame a 2160. Inoltre, il supporto all’HDR dà il meglio sui neri e nelle scene in notturna durante le ore piovose. Svolazzare in questi ambienti è una vera goduria. Insomma, se Spider-Man è piuttosto conservativo da punto di vista ludico e del racconto, sul fronte dell’innovazione tecnica è altamente spettacolare.