Un’amicizia che scalda il cuore: la commovente storia dei due attori

Hollywood non è solo star system, attori strapagati e premi Oscar: spesso capita che due attori possano diventare anche grandi amici, e dimostrare al mondo che un affetto puro può essere più grande di qualunque difficoltà si affronti nella vita. È il caso della commovente storia di Robin Williams e Cristopher Reeve.

Come narra la pagina Facebook Se7enth Art, i due hanno condiviso dei momenti tragici e importanti delle loro rispettive carriere. Chi non ricorda, ad esempio, il terribile incidente che costrinse l’attore di Superman su una sedia a rotelle? Era il 1995, e Reeve ricevette la tremenda notizia che era rimasto paralizzato dal collo in giù in seguito alla frattura della prima e seconda vertebra cervicale, nonché una brutta lesione alla spina dorsale. Quando Robin Williams si è finto un medico solo per far ridere il suo amico

In quel periodo il divo stava affrontando una vera e propria lotta contro la morte, ma anche contro sé stesso, dato che era sprofondato in una brutta depressione che, occasionalmente, lo aveva portato a pensare addirittura al suicidio.

Si trovava nel reparto di rianimazione della clinica universitaria di Charlottesville, Virginia, quando la moglie si allontanò un attimo dalla camera e lui restò così, immobile, senza poter muovere un muscolo, perso nei suoi pensieri:  “Ero in una stanza d’ospedale. Aspettavo un’operazione che aveva il 50% di possibilità di vedermi morire sotto i ferri. Irruppe nella mia stanza un uomo, aveva un camice da chirurgo e un accento russo. Disse che doveva assolutamente farmi un esame rettale. Era Robin Williams. Per la prima volta dall’incidente, risi e capii che ce l’ avrei fatta…capii che se potevo ridere, potevo vivere…

L’amicizia tra Robin Williams e Cristopher Reeve era nata molti anni prima, quando entrambi erano studenti di recitazione alla Juliard School, in America, ma da allora era sempre rimasta così: leale, sincera e intensa. Il mitico interprete di Jumanjee, infatti, gli rimase affianco anche durante le costosissime cure mediche dopo l’incidente, aiutandolo a coprire i costi.

La dedica ai Golden Globes che suggella la toccante amicizia tra Robin Williams e Cristopher Reeve

Quando, nel 2005, un anno dopo la scomparsa dell’attore di Superman, Robin vinse ai Golden Globes, gli dedicò la vittoria con gli occhi lucidi: “Alla memoria di Chris Reeve. Mi manchi. Mi ha mostrato la vera forza dell’ anima…questo premio lo dedico al mio migliore amico“.

Commenti