La modella della pubblicità Morositas è stato un mito erotico per un’intera generazione di spettatori. Lo spot delle caramelle è uno dei tormentoni pubblicitari degli anni ’80 più amati. Il corpo sinuoso che si muoveva sulla scalinata era quello di Cannelle, nome d’arte di Helena Viranin.

Nata in Guadalupa, nelle Antille francesi, Helena si definisce “meticcia afro-asiatica”, sesta di una famiglia di undici fratelli e sorelle. In tv fu un’autentica meteora. Prima solcò le passerelle europee delle più celebri griffe. Poi, dopo quella famosa reclame, arrivò persino sul palco dell’Ariston a Sanremo per accompagnare Pippo Baudo e Anna Oxa. Era il 1994 e fu l’apice della sua carriera.

modella della pubblicità Morositas
Cannelle nel celebre spot

Oggi Cannelle ha 58 anni e ha cambiato completamente vita: si divide tra la Lombardia e la Liguria ed è diventata una guida spirituale induista al centro Shaolin di Milano. “Sono sempre stata molto religiosa. A sedici anni volevo entrare in convento ma mi rifiutarono perché occorreva il consenso dei genitori”, ha raccontato al Corriere della Sera. “Non appena le luci della ribalta si sono spente, mi sono accorta di aver perduto i valori che avevo consegnato alla mia anima”.

Cannelle, la modella della pubblicità Morositas oggi

La meditazione mi ha salvato”, ha confessato. “Spesso chi esce dal mondo dello spettacolo è costretto a scendere a bassi compromessi per vivere. Io ho avuto la forza di rifiutare proprio grazie alla meditazione e alla forza che mi dava”.

Dal 2010 Helena si è messa a produrre olio nella provincia di Imperia. Non rimpiange affatto il mondo dello spettacolo, un passato che si è messa ormai alle spalle. Il motivo di quell’abbandono furono i tanti no che diede a persone importanti. “Il silenzio che è seguito mi ha fatto bene e la vita è tornata a essere qualcosa di vero”, ha ammesso. Rimasta vedova, Cannelle ha due figlie, impegnate negli studi a New York. Sono passati tanti anni, ma ha ancora lo stesso sorriso e la stessa vitalità di quando stregò il pubblico di Sanremo.

Commenti