Il red carper della 73esima edizione del cinema di Venezia sta offrendo ogni sera grandi momenti sul red carpet, e dopo aver visto Bianca Balti in OVS e Belen sbagliare outfit, oggi è Giulia Salemi senza slip a far discutere. La modella ha partecipato al red carpet di The Youh Pope, di Paolo Sorrentino, che vede come protagonista la super star di Hollywood Jude Law, anche lui presente sul red carpet.

La scelta stilistica della modella per la sua apparizione sul red carpet è stata a dir poco audace; Salemi ha optato per una creazione firmata Matteo Evandro Manzini, un abito arancione con degli spacchi inguinali mai visti prima, perlomeno al Festival del cinema di Venezia. Ci aveva provato Belen sul palco dell’Ariston con la famosa farfallina in mostra ad esibire uno spacco inguinale da capogiro, nulla a confronto della creazione Manzinifashion indossata dalla modella.

Giulia Salemi senza slip in una creazione Mianzinifashion

Giulia Salemi senza slip ha fatto il suo ingresso sul red carpet al fianco dello stilista Matteo Evandoro e la modella Dyane Mello, anche lei in un abito tutto spacchi e scollature ma decisamente di dubbio gusto. “Come l’anno scorso.. Sempre un emozione indescrivibile.. Congratulazioni al mio amico @matteo_evandro con il rilancio della sua @manzinifashion Felice di avere indossata la tua creazione insieme a Dayane per la prima di #paolosorrentino con #judelaw per #theyoungpope IT’s a new beginning for you #Venice” ha scritto la Salemi sul suo profilo instagram.

Schermata 09-2457636 alle 16.47.40

La modella nel look osè criticatissima dal web: “Fate scempio di Venezia”

Lo scatto del red carpet con la modella nel look osè, però non è stato affatto gradito dai suoi fan che oltre ad aver notato il dettaglio della ricrescita “intima” decisamente poco elegante, non hanno apprezzato affatto la sua scelta stilistica. “Orribile come vestito…cioè adesso anche la f…di fuori!!! Ma dai!saresti stata bella comunque anche con un abito “normale”!” hanno scritto, “Mamma che scempio Voi fate sprofondare Venezia. Volgari e basta”.

Quelli che mi conoscono sanno che non ha mai dato prove particolari di esibizionismo, Io sono venuta a Venezia perché sono stata richiesta per quel Red Carpet e per supportare il mio amico stilista indossando una delle sue creazioni; Per alcuni mi rendo conto che potremmo avere esagerato e che la passerella invece che gioiosa può essere risultata volgare ma per molti no. Mi scuso con quelli che sono rimasti colpiti negativamente da questa passerella. E accetto tutte le critiche COSTRUTTIVE ma questa è la mia vita. @manzinifashion @matteo_evandro —————- #labiennale #redcarpet #venicefilmfestival #mostradelcinemadivenezia #bestdress #outrageous #havingfun #peekaboo #obsessionoftheday #sexygirl #whatafeeling #corrieredellasera #ansa #vanityfairitalia #orangeisthenewblack #thesun #dailymail #igersvenezia

A post shared by Giulia Salemi (@giuliasalemi) on

Commenti