Amore, cucina e curry campione d’ascolti. Il food-movie andato in onda su Rai 1 ha strapazzato la concorrenza nella prima serata di mercoledì 4 gennaio. Grazie al suo seducente mix di tradizioni, gusti e sapori, il film con Helen Mirren e Om Puri ha conquistato quasi 4 milioni di spettatori pari al 16.24% di share. Al resto della programmazione in prime time sono andate le briciole.

Amore, cucina e curry campione d'ascolti
Om Puri, Manish Dayal e Helen Mirren in una scena del film (foto: Francois Duhamel / Universal)

La mia vendetta ha raccolto su Canale 5 2.712.000 spettatori pari all’11.75% di share, mentre Voyager su Rai2 ha interessato 2.370.000 spettatori pari al 9.99% di share. Fuori dal podio gli altri due film di punta: Hunger Games su Italia 1 ha strappato 1.570.000 spettatori (6.71%), Ogni maledetto Natale su Rai 3 ne ha raccolti davanti allo schermo 1.522.000 pari ad uno share del 5.98%.

Amore, cucina e curry campione d’ascolti in tv

Amore, cucina e curry ha sedotto il pubblico con le spezie e le prelibatezze messe in scena, ma soprattutto con il viaggio fisico ed emotivo dei protagonisti. Metafora delle culture che s’integrano attraverso la cucina, il film (prodotto da Steven Spielberg e Oprah Winfrey) è diretto da uno specialista del genere come Lasse Hallström, tornato nella Francia incantevole e raffinata (le location sono quelle di Saint-Antonin-Noble-Val) dove aveva spopolato con Chocolat.

Campione d’incassi negli Stati Uniti (50 milioni di dollari al botteghino americano), The Hundred Foot Journey (questo il titolo originale) è tratto dal romanzo “Madame Mallory e il piccolo chef indiano” di Richard C. Morais. Un adattamento fortemente voluto dalla produttrice Juliet Blake, che si era innamorata del libro (diventato poi un best-seller internazionale, pubblicato in 28 paesi) ben prima della sua pubblicazione. Figlia di immigrati tedeschi, Blake si è immedesimata nel tema dell’immigrazione, centrale nella storia.

Il prezioso lavoro di Helen Mirren

A guidare il cast, i capofamiglia d’altri tempi Helen Mirren e Om Puri e la coppia giovane Manish Daysl e Charlotte Le Bon. Per questo ruolo, la Mirren ha dovuto adattarsi ad un bizzarro “Frenglish” (inglese con accento francese) al quale avrebbe preferito – come ha poi rivelato – l’uso del francese. Poco male, perché questa storia di passione che vince sul pregiudizio l’ha convinta sin dall’inizio. “Non andate a cena prima di aver visto questo film”, ha spiegato. “Poi vi consiglio un bel ristorante francese o indiano!”.

Commenti