I film al cinema dal 7 febbraio sono undici e su tutti spicca il ritorno, alla soglia dei 90 anni, del grande Clint Eastwood. Dopo gli ottimi risultati di Dragon Trainer 3 e Green Book, sarà difficile che qualche nuovo titolo prenda la testa del botteghino. Ci provano due italiani (la commedia 10 giorni senza mamma con Fabio De Luigi e il supereroe Luca Argentero con Copperman) e il classico per famiglie Remi, che arriva in sala con altri due francesi. Per il pubblico cinefilo, l’imperdibile della settimana è però Tramonto di László Nemes.

film al cinema dal 7 febbraio

Il corriere – The Mule
Clint Eastwood dietro e davanti la macchina da presa. La storia (vera: ispirata alla vicenda di Leo Sharp) è quella di Earl Stone, un anziano floricoltore che, costretto dalla crisi, si mette a trasportare droga a quasi 90 anni per il cartello di Sinaloa. Tra road movie, dramma e azione, un film specchio di Gran Torino che fa tremare e commuovere: da vedere a tutti i costi. Ecco il nostro speciale.

10 giorni senza mamma
Fabio De Luigi diventa ‘mammo’ nella commedia di Alessandro Genovesi. Sposato con Giulia (Valentina Lodovini), il suo Carlo si ritrova improvvisamente a prendersi cura dei tre figli quando la moglie decide di andare in vacanza a Cuba insieme alla sorella. Family comedy leggera e godibile, priva di retorica ma anche senza particolari guizzi.

Copperman
Luca Argentero è il supereroe che non ti aspetti: Anselmo, un Forrest Gump di provincia abbandonato dal padre e che vive ancora con la madre. Quando il fabbro del paese gli costruisce una sorta di armatura da Iron Man per combattere il male, le cose prenderanno una nuova piega. Un film tanto coraggioso ed interessante (come tutti quelli di Eros Puglielli) quanto non riuscito. Qui il nostro speciale sul film.

Film al cinema dal 7 febbraio: cosa vedere in sala

Tramonto
L’imperdibile della settimana insieme a Il corriere – The Mule. L’opera seconda dell’ungherese László Nemes, il regista premio Oscar per Il figlio di Saul, è il film che ha stregato Venezia 2018. Una storia ambientata nella Budapest del 1913, dove arriva una ragazza di campagna in cerca di lavoro. Nella città che si prepara ad essere sconvolta dallo scoppio della Prima guerra mondiale, farà importanti scoperte sul suo passato. Una potente riflessione sull’Europa di ieri e di oggi.

Remi
Dopo il romanzo di Hector Malot e il cartone giapponese che ha commosso intere generazioni di spettatori, il regista Antoine Blossier riporta su grande schermo l’orfanello più popolare della letteratura francese. Ci sono sempre i suoi inseparabili amici, il cane Capi e la scimmietta Joli-Couer, mentre il musicista girovago Vitalis è interpretato da Daniel Auteuil. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul ritorno del dolce bambino orfano.

Le nostre battaglie
Presentato a Cannes, vincitore del Premio del Pubblico al Torino Film Festival e candidato a due César, il secondo film di Guillaume Senez è un mélo contemporaneo che tocca questioni importanti come il lavoro e la famiglia. Scansando retorica e sentimentalismi, merita assolutamente la visione. Per saperne di più, ecco la nostra recensione del film.

Nuovi film al cinema in uscita: ben tre francesi in sala

Il professore cambia scuola
Il fotoreporter Olivier Ayache-Vidal, per il suo primo lungometraggio, sceglie il sorriso della commedia e un grande Denis Podalydès. L’attore è un professore di letteratura nel più prestigioso liceo di Francia. Quando viene mandato in una scuola di banlieue, si troverà ad insegnare a una classe di adolescenti a dir poco difficili. Poco a poco, i suoi pregiudizi verranno scardinati.

I nomi del signor Sulcic
Intrecciando finzione e documentario, memoria e passato, Elisabetta Sgarbi racconta la messa in discussione della propria identità. La storia è quella di una ricercatrice dell’università di Ferrara, arrivata a Trieste per trovare notizie su una donna seppellita nel cimitero ebraico. Da qui comincia una ricerca a più voci e volti, tra Italia e Slovenia, attraverso personaggi che, poco per volta, costruiscono i contorni della storia. Sperimentale e sospeso, con musiche di Franco Battiato.

La casa dei bambini
Il documentario di Francesca Muci ricostruisce la storia di Selvino, piccolo comune lombardo che nell’immediato dopoguerra accolse centinaia di bambini scampati al terrore dei campi di sterminio. Orfani delle famiglie d’origine, i “bambini di Selvino” oggi vivono una vita normale in Israele, ma allora riuscirono lentamente a ritrovare momenti di serenità.

Febbraio 2019 film in uscita: torna il capolavoro di De Sica

A si biri
La commedia regionale di Francesco Trudu è ambientata in un paesino della Sardegna, dove fa ritorno una pornodiva (Chiara Fanti) che ha abbandonato la carriera a luci rosse. Tutti quelli che cercano maldestramente di allontanarla perché “peccatrice” hanno, in realtà, qualcosa da nascondere.

Ladri di biciclette
Restaurato nel 2018 da Cineteca di Bologna, Compass Film e Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con Arthur Cohn, Euro Immobilfin e Artédis, torna in sala il capolavoro di Vittorio De Sica. André Bazin lo definì “il centro ideale attorno al quale orbitano le opere degli altri grandi registi del neorealismo”. L’elenco delle sale è disponibile sul sito di Il Cinema Ritrovato.

Commenti