Mai così vicini è il diciassettesimo film diretto da Rob Reiner. Uno specialista della commedia romantica (Harry ti presento Sally…) che in carriera ha realizzato un po’ di tutto. Dal mockumentary This is Spinal Tap agli adattamenti da Stephen King, Stand by Me e Misery non deve morire. Per questa rinnovata “guerra dei sessi” in terza età, ha unito una coppia per la prima volta insieme sul grande schermo: Michael Douglas e Diane Keaton.

Mai così vicini
Michael Douglas e Diane Keaton

Lui è Oren Little, un agente immobiliare egocentrico e rancoroso. Ha rinunciato a vivere dopo che sua moglie Sarah Beth ha combattuto e perso una lunga battaglia con il cancro. Lei è la sua vicina di casa Leah, una cantante che tenta di affermarsi nei club locali. Potrebbe avere successo se solo non finisse ogni volta per parlare del suo defunto marito e scoppiare in lacrime.

Quando Oren scopre di avere una nipote di cui non sapeva nulla, inizia a ripensare alla propria vita. Con l’aiuto di Leah, dovrà imparare a prendersi cura della bambina e, inaspettatamente, a innamorarsi di nuovo.

Mai così vicini, che coppia Douglas-Keaton

Fondamentalmente faccio sempre lo stesso tipo di film”, ha raccontato Reiner con un sorriso. “La donna è sempre ad uno stadio più sviluppato ed è emotivamente matura. E l’uomo è un idiota che va in giro cercando di risolvere tutto, fino a quando si rende conto che dovrebbe stare insieme alla donna”. Il risultato è un film sulle “persone in età matura che si incontrano ad un certo punto della loro vita”. Sulle seconde chance, le solitudini che si incrociano e la potenza dei sentimenti.

L’idea da “bisbetico domato” ricorda Qualcosa è cambiato, non a caso scritto dallo stesso sceneggiatore, Mark Andrus. Keaton, il cui ruolo era stato proposto in origine a Sissy Spacek, ha cantato tutti i brani dal vivo come ai tempi di Io & Annie di Woody Allen. Le musiche hanno un ruolo importante nel film. Reiner si è ritagliato proprio il ruolo dell’affettuoso pianista della band di Leah. Mai così vicini inizia e si chiude con Both Sides Now di Judy Collins del 1960. In mezzo, classici come Ramblin’ Man della Allman Brothers Band, Let’s Work Together dei Canned Heat e Up On Cripple Creek di The Band. Curiosità: compare in un cameo Frankie Valli dei Four Seasons, gruppo vocale anni ’60 raccontato da Clint Eastwood nel biopic Jersey Boys.

Commenti