I nuovi film al cinema dal 13 dicembre sono nove. Se il biopic sui Queen continuerà la sua marcia in vetta al botteghino, dipenderà dall’esito dell’unico blockbuster in sala questa settimana. Parliamo di Macchine mortali, adattamento dell’acclamata serie di libri di Philip Reeve. Gli altri titoli sugli schermi non sono in grado di incidere in tal senso: il solo exploit possibile potrebbe arrivare da Il testimone invisibile, thriller italiano che spera di ripetere il successo ottenuto da La ragazza nella nebbia l’anno scorso.

nuovi film al cinema dal 13 dicembre

Macchine mortali
Christian Rivers, storico braccio destro di Peter Jackson e premio Oscar per gli effetti visivi di King Kong, porta al cinema l’omonimo romanzo fantasy di Philip Reeve, sceneggiato da Jackson. La storia, ambientata in un mondo post-apocalittico dove le città hanno delle ruote e possono spostarsi, vede Hera Hilmar e Robert Sheehan in fuga per cambiare il corso del futuro. Le prime reazioni arrivate dagli Stati Uniti sono state fredde. Se Vulture l’ha definito “una boccata d’aria fresca”, sono in molti a parlare di un “very cool bad movie”. L’impressione è che non sfonderà al box-office.

Un piccolo favore
Quando scompare la sua migliore amica Emily (Blake Lively), la blogger Stephanie (Anna Kendrick) comincia ad indagare sui motivi della sua misteriosa sparizione. Questo viaggio, un colpo di scena dopo l’altro, la condurrà alla scoperta di intrighi e segreti del passato. Mischiando commedia e thriller, lo specialista Paul Feig (Ghostbusters, Spy, Corpi da reato, Le amiche della sposa) confeziona un noir post-moderno grottesco e demenziale, che colpisce nel segno soprattutto grazie alle sue due bravissime attrici.

Il testimone invisibile
Remake dello spagnolo Contratiempo di Oriol Paulo, il thriller di Stefano Mordini vede Riccardo Scamarcio nei panni di Adriano Doria, un giovane imprenditore di successo che viene accusato dell’omicidio della sua bellissima amante, la fotografa Laura (Miriam Leone). Il delitto è accaduto in una stanza di un albergo di montagna, dove i due erano gli unici ospiti. Tutti gli indizi portano ad Adriano, che con l’aiuto di una famosa penalista (Maria Paiato) dovrà cercare di difendersi dalle accuse. Un noir all’italiana dalle suggestioni hitchcockiane.

I nuovi film al cinema dal 13 dicembre

Lontano da qui
Remake di un film israeliano di Nadav Lapid del 2014, l’opera prima di Sara Colangelo è la storia di una maestra d’asilo con la passione per la poesia (una strepitosa Maggie Gyllenhaal) che decide di proteggere il talento del suo giovane alunno Jimmy (Parker Sevak) dall’indifferenza che lo circonda. Una vicenda di speranza e ostinazione, l’osservazione scomoda e avvincente di una donna di mezza età disillusa, bloccata in un frastornante percorso artistico ed emotivo. Emozionante: consigliatissimo.

La donna elettrica
Presentato alla Semaine de la Critique di Cannes 2018 e vincitore del Premio LUX, il ritorno dell’islandese Benedikt Erlingsson (Of Horses and Men) è una travolgente commedia che affronta un tema fondamentale come il cambiamento climatico. La protagonista è Halla (Halldóra Geirharðsdóttir), un’insegnante di musica nella quale si nasconde una bio-terrorista. Ma mentre si impegna in una campagna contro una multinazionale dell’alluminio, il suo sogno di diventare madre sembra diventare realtà. Famiglia, avventura, umorismo: un mix consigliato.

Lo sguardo di Orson Welles
Per tutta la vita Orson Welles ha dipinto, disegnato, preso appunti. Accedendo al suo archivio e ai lavori custoditi da Beatrice Welles, sua terza figlia, Mark Cousins ci mostra ciò che gli occhi di uno dei più grandi talenti della storia del cinema hanno visto, immaginato e creato. Al cinema per quattro giorni, dal 16 al 19 dicembre: l’elenco delle sale che lo programmano è sul sito di I Wonder Pictures.

Nuovi film al cinema: dicembre 2018 in sala

Hepta – Sette stadi d’amore
Una commedia corale che arriva dall’Egitto, con due anni di ritardo. Durante la sua ultima conferenza in pubblico, il professore Shokry Mokhtar, specialista in psicologia sociale e appassionato di cultura greca, illustra i sette stadi di cui si compone l’amore attraverso il racconto di quattro storie. Le vicende di Shadi, Karim, Rami e Yousseff e l’inaspettato intrecciarsi degli eventi compongono un viaggio di riscoperta di uno dei sentimenti più discussi di sempre.

Conversazioni atomiche
Una commedia per capire la scienza: il regista Felice Farina (Patria, Senza freni, Ultimo respiro) realizza una docu‐comedy con la struttura del road movie che è una dichiarazione d’amore per la ricerca. La sfida di Farina è quella di “rendere comprensibili e affascinanti argomenti come la gravità einsteiniana e la meccanica quantistica anche a chi è convinto di non capirne un accidente o, peggio, di non averne alcun bisogno”.

Verso un altrove
Tommaso (Luca Guastini) esce di prigione dopo aver scontato una lunga pena. Cresciuto dentro una struttura di accoglienza di Livorno, ha vissuto la maggior parte della sua esistenza in carcere. Non ha una famiglia a cui rivolgersi, e nemmeno degli amici. Come può un ex detenuto senza famiglia, senza una casa dove andare, e senza un lavoro reinserirsi socialmente? La risposta è in un viaggio dall’Italia all’Olanda dove il traguardo, forse, è dato dall’amore. Dirige l’indipendente Massimiliano Amato: nel cast anche Azzurra Rocchi, Fabio Fazi e Marcella Braga.

Commenti