I nuovi film al cinema dal 15 novembre sono ben 13. Un’offerta vastissima. Eppure un vincitore sicuro nella corsa alla testa del botteghino del prossimo weekend ci sarà sicuramente e ha il nome di Newt Scamander. Quando c’è di mezzo J.K. Rowling, il successo è assicurato. Gli outsider hanno poche chance. Tra questi, però, almeno due film sono da vedere: ecco quali.

nuovi film al cinema dal 15 novembre

Animali fantastici: I crimini di Grindelwald
La seconda delle cinque nuove avventure del mondo magico creato da J.K. Rowling. Stavolta Newt Scamander (Eddie Redmayne) e Albus Silente (Jude Law) se la dovranno vedere con lo spietato Mago Oscuro Gellert Grindelwald, interpretato da Johnny Depp. Incassi stellari in vista.

Summer
Leningrado, 1981. La scena rock underground comincia ad esplodere, filtrando le influenze oltre cortina. Su questo sfondo, si dipana il triangolo tra il giovane Viktor Tsoi (vero pioniere del rock russo), il suo mentore e musicista Mike e la sua bellissima moglie Natasha. Il miglior film di Kirill Serebrennikov, nonché l’imperdibile della settimana.

Widows – Eredità criminale
Da Steve McQueen, il regista di 12 anni schiavo, Shame e Hunger, un heist movie tutto al femminile, con cast guidato da una strepitosa Viola Davis. Le quattro protagoniste sono infatti le vedove di una gang di rapinatori finiti morti ammazzati. Invece di piangere, decidono di portare a termine il colpo criminale per cui i loro mariti hanno perso la vita.

I nuovi film al cinema dal 15 novembre

Cosa fai a Capodanno?
Filippo Bologna (uno degli sceneggiatori di Perfetti sconosciuti) dirige una commedia nera sulla notte più importante dell’anno. Protagoniste tre coppie di scambisti, Valentina Lodovini e Riccardo Scamarcio, Alessandro Haber e Vittoria Puccini, Isabella Ferrari e Ludovico Succio, accolti dai padroni di casa Luca Argentero e Ilenia Pastorelli.

Red Zone – 22 miglia di fuoco
Mark Wahlberg, John Malkovich e la star di The Walking Dead Lauren Cohan sono i protagonisti di questo adrenalinico action thriller. Di mezzo ci sono terroristi cattivi, un informatore che ne conosce i segreti e l’agente dei servizi che deve proteggerlo per 22 miglia, in una corsa contro il tempo per portarlo fuori dal paese.

In guerra
La guerra del titolo è quella tra gli operai guidati da Laurent Amédéo (Vincent Lindon) e i dirigenti di una fabbrica in chiusura. Dirige Stéphané Brizé (La legge del mercato, Una vita), uno dei migliori registi europei attualmente in circolazione. Da vedere.

Nuovi film al cinema: novembre 2018 con tanti titoli

Chesil Beach – Il segreto di una notte
Dominic Cooke, uno dei più importanti registi teatrali inglesi, debutta al cinema dirigendo una intensa Saoirse Ronan in un dramma romantico ambientato nel 1962. Una storia d’amore, repressione e vergogna, tratta dal romanzo pubblicato da Ian McEwan nel 2007.

Non dimenticarmi
Il film israeliano che ha vinto al Torino Film Festival 2017. L’incontro di due solitudini: Tom (Moon Shavit) è afflitta da un disturbo alimentare ma sta per guarire dall’anoressia; Neil (Nitai Gvirtz) suona la tuba e ha problemi di socializzazione. Insieme, sfuggono a tutto ciò che viene ritenuto socialmente accettabile.

Styx
Una donna sta per iniziare una vacanza da sogno a Gibilterra: da sola su una barca a vela verso l’isola di Ascensione nell’Oceano Atlantico. Il suo viaggio, però, viene subito interrotta da un peschereccio. Pieno di rifugiati. Il film dell’austriaco Wolfgang Fischer è un mash-up tra All Is Lost e Fuocoammare.

Nuovi film da vedere al cinema

Almost Nothing – CERN: La scoperta del futuro
Un intrigante documentario d’osservazione sul lavoro della comunità scientifica che opera al Cern di Ginevra. Dalla scoperta di Internet alla girl-band Les Horribles Cernettes.

Anatomia del miracolo
Tre donne ferite dalla vita e alla ricerca di se stesse, in attesa di un miracolo, quello della Madonna dell’Arco di Napoli. Nato come una soap opera senza copione, il documentario di Alessandra Celesia è in sala per un tour di proiezioni. Scovatelo in sala.

I villani
Sono agricoltori, pescatori, allevatori e cuochi e nel corso di 24 ore, dall’alba al tramonto, si raccontano da inizio a fine giornata di lavoro. Dirige Daniele de Michele, in arte Don Pasta, performer, dj, economista, attivista del cibo, scrittore e ora anche autore e regista.

Red Land (Rosso Istria)
Settembre 1943. Mentre i soldati sono abbandonati a se stessi dopo l’armistizio firmato da Badoglio, le popolazioni civili istriane, fiumane, giuliane e dalmate si trovano ad affrontare un nuovo nemico: i partigiani di Tito che avanzano in quelle terre. Lo scult della settimana.

Commenti