Sono tanti i nuovi film al cinema dal 30 novembre, ultimo weekend disponibile prima dell’invasione di cinepanettoni e blockbuster natalizi. Il ritorno sul grande schermo di Agatha Christie e il terzo e ultimo capitolo delle avventure della banda di ricercatori spacciatori si contendono il maggior numero di sale. Ma occhio alla fantascienza e al musical di Roberta Torre con Massimo Ranieri. Da vedere, c’è anche il nuovo, discusso Michael Haneke.

nuovi film al cinema dal 30 novembre
Assassinio sull’Orient Express vs Happy End

Assassinio sull’Orient Express
Dal classico di Agatha Christie, il remake del giallo di Sidney Lumet del 1974. Kenneth Branagh dirige e interpreta sostituendo Albert Finney nei panni dell’investigatore Poirot. Cast di stelle con, tra gli altri, Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Penélope Cruz, Willem Dafoe e Judi Dench.

Riccardo va all’inferno
Massimo Ranieri si trasforma in questa rivisitazione grottesca, pop e psichedelica della tragedia di Shakespeare. Dalla Casa di York, Roberta Torre si trasferisce nella periferia romana, dove Riccardo dovrà fare i conti con la potente Regina Madre (Sonia Bergamasco) della famiglia.

Smetto quando voglio: Ad honorem
Le imprese dei cervelloni pusher sono arrivate alla conclusione. La scalcagnata banda capitanata da Pietro Zinni (Edoardo Leo) dovrà riuscire ad evadere da Rebibbia per fermare il cattivissimo professor Mercurio (Luigi Lo Cascio), che stavolta progetta un inquietante atto terroristico.

I nuovi film al cinema dal 30 novembre

Amori che non sanno stare al mondo
Francesca Comencini porta al cinema il suo romanzo trasformandolo in una commedia al femminile su ciò che resta di una coppia. Tra urgenze emotive e amori giovani, spiccano gli attori protagonisti: Lucia Mascino, Thomas Trabacchi, Camilla Semino Favro e Valentina Bellé.

Happy End
Il maestro austriaco Michael Haneke, due volte Palma d’oro a Cannes con Amour e Il nastro bianco, dirige ancora Jean-Louis Trintignant e Isabelle Huppert, di nuovo padre e figlia. Stavolta tra i migranti di Calais e le tensioni e i disagi che scuotono una famiglia alto borghese.

Sámi Blood
Premiata alle Giornate degli Autori di Venezia e vincitrice del Premio Lux assegnato dal Parlamento europeo, la regista Amanda Kernell racconta il torbido passato della Svezia. Un rimosso fatto di razzismo nei confronti delle popolazioni lapponi e vergogna da non dimenticare. Da vedere.

Tutti i nuovi film al cinema dal 30 novembre

Seven Sisters
Noomi Rapace domina la scena in questo thriller fantascientifico diretto dal Tommy Wirkola di Dead Snow e Kill Buljo. In un futuro prossimo, sette sorelle gemelle sfidano il rigidissimo controllo delle nascite imposto dalla società quando una di loro, Lunedì, scompare.

L’età imperfetta
Ulisse Lendaro, all’esordio, dirige un viaggio nelle dinamiche adolescenziali e nell’universo femminile. Camilla (Marina Occhionero) e Sara (Paola Calliari) sono due giovani aspiranti ballerine. La loro amicizia le porterà verso strade imprevedibili, tra slanci d’affetto, crisi e colpi di scena.

Daddy’s Home 2
Sequel della commedia familiare natalizia con Mark Wahlberg e Will Ferrell. I due amici, l’uno sposato con l’ex moglie dell’altro, dovranno unire le forze per affrontare i rispettivi padri (Mel Gibson e John Lithgow), arrivati per festeggiare il Natale e trovatisi in una strana famiglia allargata.

Gli eroi del Natale
L’animazione della settimana è il cartoon della Sony che racconta la Natività dalla parte degli animali del presepe. Protagonista un asinello di nome Bo che con tre cammelli, delle pecore e una colomba, cerca di riscattare il proprio destino di schiavitù aiutando una donna chiamata Maria.

Uninvited – Marcelo Burlon
Un ritratto pubblico e privato di Marcelo Burlon, una delle personalità più affascinanti e influenti del panorama della moda. Nato in Patagonia da genitori italo-libanesi, la sua holding ha un fatturato milionario. Amato e odiato, la sua – piaccia o meno – è una storia di successo.

I Love… Marco Ferreri
Uno dei grandi maestri del cinema italiano raccontato come un’indagine postuma, tra reale e surreale, sui mutamenti sociali degli ultimi anni. Il ritratto speciale di un artista unico, dissacrante e grottesco, geniale e anticonformista.

Commenti