Lo avevamo capito da quando, nel 1999, cantava a squarciagola “Tu vuò fa’ l’americano” con Matt Damon e Fiorello in una scena de “Il Talento di Mr. Ripley”: Jude Law cerca casa in  Italia, o almeno questo è il desiderio che ha espresso nella sua ultima intervista per l’uscita del film King Arthur.

L’attore  inglese è profondamente innamorato dell’Italia, in particolare di due luoghi

Intervistato da Mondo Fox, il bellissimo protagonista di The Young Pope – dove, per l’appunto, ha vestito i panni del Pontefice e ha girato con la troupe di Paolo Sorrentino per le sensazionali location romane della serie TV – ha chiesto al reporter, originario di Roma ma residente a Londra, perché mai avesse deciso di trasferirsi e lasciare quel posto magico. La sua espressione, per l’esattezza, è stata questa:

Ma perché?!”, ha esclamanto in italiano mimando scherzosamente la nostra gestualità. Da lì in poi il protagonista di Closer ha decantato tutti i motivi per cui si trasferirebbe qui anche subito: “Credo che voi italiani abbiate una grande passione per la vita e questa è una qualità che mi piace. Ogni volta che vado in Italia mi sento a casa.” In particolare, l’artista ha affermato: “Mi piacerebbe lavorare a Roma e avere una casa per le vacanze in Umbria“. Niente mare, ma dolci colli e buon vino: “Sono molto fan del Brunello“, ammette, con un sorriso.

Jude Law cerca casa in Italia? “Il mio amore per il vostro paese arriva da lontano”

Quindi Jude Law cerca casa in Italia, precisamente sia un’abitazione per l’estate che una sede lavorativa: le sue esperienze sui set nostrani, d’altronde, sono sempre state eccellenti e coinvolgenti, dall’incredibile lavoro fatto con il regista de La Grande Bellezza (di cui  l’attore si è detto più volte orgoglioso) al famoso film di Anthony Minghella con Matt Damon fino ad un ricordo lontano: il suo esordio sul palcoscenico in tour: “Il mio amore per l’Italia arriva da molto lontano. Pensa che il mio primo ruolo come attore è stato in uno spettacolo teatrale con cui ho girato l’Italia più di venticinque anni fa“.

 

Commenti