Una guida pratica alla Croisette: 10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017. La 70° edizione della kermesse francese festeggia un compleanno importante. Dal 17 al 28 maggio, la crème de la crème del cinema sfilerà sul tappeto rosso della Costa Azzurra. La madrina sarà Monica Bellucci. La giuria del Concorso, capitanata da Pedro Almodóvar, è pronta e in grande spolvero.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
L’affiche di Cannes 2017 con Claudia Cardinale

Se l’Italia non compare in competizione, campeggia sul poster ufficiale con la danzante Claudia Cardinale. Ciò che conta è che la selezione presenti tanto buon cinema. Con un programma sempre ricco, vi segnaliamo i dieci highlight sui quali puntare.

1. Nicole Kidman cannibale di Cannes 2017

In Concorso, c’è grossa curiosità per The Beguiled di Sofia Coppola. Nelle nostre sale dal 14 settembre, L’inganno – questo il titolo italiano – è il remake di La notte brava del soldato Jonathan con Clint Eastwood. La diva Nicole Kidman, protagonista in due film e una serie tv in Croisette, guida il cast. Al suo fianco Kirsten Dunst, Elle Fanning e Colin Farrell. Un thriller psicologico che promette scintille.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Nicole Kidman cannibale a Cannes 2017

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017

2. Cannes 2017 è casa per Julianne Moore

Dopo il successo di Carol, Todd Haynes dirige Wonderstruck – La stanza delle meraviglie, adattamento del romanzo di Brian Selznick. La storia è quella di due bambini sordi vissuti a cinquant’anni di distanza e legati da una misteriosa connessione. Nel cast Julianne Moore, protagonista per Haynes di Lontano dal paradiso.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Julianne Moore a Cannes 2017 con Wonderstruck

3. Cannes 2017 e la polemica con Netflix

Okja di Bong Joon Ho ha segnato la frattura tra il festival e il colosso dello streaming. Netflix non permetterà l’uscita nelle sale francesi dei due titoli che ha prodotto (c’è anche The Meyerowitz Stories di Noah Baumbach) e che sono in competizione. Per questo, dal 2018, concorreranno per la Palma d’oro soltanto i film che hanno regolare distribuzione nei cinema transalpini. Come andrà a finire non si sa. Quel che è certo è che Okja, in un mix di umorismo e dramma, è una vicenda sul legame tra uomo e animali che piacerà a pubblico e critica. D’altronde dirige uno dei più talentuosi registi in circolazione.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Tilda Swinton a Cannes 2017 in Okja

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017 ovvero: il favorito

4. La Palma di Cannes 2017 sarà ancora sua?

Favorito d’obbligo è Happy End di Michael Haneke. Il regista austriaco, già vincitore due volte con Amour nel 2012 e Il nastro bianco nel 2009, tocca un nervo scoperto del mondo occidentale: la crisi dei migranti. Protagonista una famiglia francese (domina il cast Isabelle Huppert) che non si accorge della miseria che affligge i profughi della vicina “giungla” di Calais.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Isabelle Huppert e “famiglia” nel favorito di Cannes 2017

5. Chi sarà la rivelazione di Cannes 2017?

Noi scommettiamo su Jupiter’s Moon di Kornél Mundruczó. Perché il precedente White God – Sinfonia per Hagen era stato folgorante. E perché questo fantasy sull’Europa in crisi racconta di un immigrato clandestino che scopre di avere un superpotere: levitare a comando. “Volevo dare un senso alla fantascienza contemporanea”, ha detto il regista ungherese. Siamo certi ci riuscirà.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Jupiter’s Moon, tra le probabili rivelazioni di Cannes 2017

6. Ecco dove sono gli italiani a Cannes 2017

Fuori dal concorso, ma presenti nelle altre sezioni. Se Paolo Sorrentino è in giuria, ci sono due film al Certain Regard, Fortunata di Sergio Castellitto e After the War di Anna Rita Zambrano. Ben tre sono alla Quinzaine des Réalisateurs: L’intrusa di Leonardo Di Costanzo, Cuori puri di Roberto De Paolis e A Ciambra di Jonas Carpignano. Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia apre la Semaine de la Critique e sarà subito nelle nostre sale.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017 tra cui una serie cult

7. Twin Peaks a Cannes 2017

Ebbene sì, la terza attesissima stagione della serie di David Lynch sarà presentata in anteprima. Il regista, Palma d’oro con Cuore selvaggio nel 1990, sarà sulla Croisette in buona compagnia. Dal ricco cast ci saranno infatti Naomi Watts, Richard Chamberlain, Jim Belushi, Amanda Seyfried, Monica Bellucci, Kyle MacLachlan e Sheryl Fenn. Ecco come e dove vedere Twin Peaks, episodi italiani.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Kyle MacLachlansarà a Cannes 2017 per Twin Peaks (foto: Suzanne Tenner/Showtime)

8. Il Fuori Concorso di Cannes 2017

Sono almeno due gli eventi da tenere d’occhio. In primis, How to Talk to Girls at Parties di John Cameron Mitchell. Il regista texano dell’intenso Rabbit Hole torna con una commedia ambientata nella Londra di fine anni ’70. Protagonista un giovane punk (Alex Sharp) la cui strada si incrocia con quella di un’aliena ribelle (Elle Fanning) arrivata sulla Terra perché attratta da quella strana musica. Nel cast, anche una Nicole Kidman conciata così.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Nicole Kidman in una delle sue tante vesti a Cannes 2017

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017 come l’esordio di una diva

9. Vanessa Redgrave a Cannes 2017

Insieme a Kristen Stewart, che ha realizzato il corto Come Swim, Vanessa Redgrave debutta dietro la macchina da presa. L’attrice ha diretto il documentario Sea Sorrow. Un insieme di interviste, testimonianze, filmati di repertorio e rappresentazioni teatrali per far luce sulle condizioni dei migranti e dei rifugiati in Europa. Oltre al glamour, impegno e storie toccanti.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
Vanessa Redgrave a Cannes 2017

10. I titoli caldi delle sezioni collaterali di Cannes 2017

Spesso il festival offre il meglio nelle sezioni collaterali. Alla Quinzaine des Réalisateurs, ci sono due maestri: Abel Ferrara con il documentario musicale Alive in France e Amos Gitai con quello sui Territori Occupati, West of the Jordan River. Le rivelazioni potrebbero essere la satira sulla credenza nella stregoneria I Am Not a Witch di Rungano Nyoni e il western dell’anima The Rider di Chloé Zhao.

10 cose da non perdere al Festival di Cannes 2017
The Rider, alla Quinzaine di Cannes 2017

Infine, alla Semaine de la Critique, desta curiosità il cartoon iraniano Tehran Taboo di Ali Soozandeh. Ma il più quotato per la vittoria è Makala di Emmanuel Gras, docu-fiction sui sogni per un futuro migliore di un giovane del Congo.

Commenti