Adolfo Lastretti è morto all’età di 80 anni a causa di una cardiopatologia dilatativa che ha reso il suo cuore troppo grande. L’attore di cinema e televisione è scomparso a Loiano, in provincia di Bologna, circondato dall’affetto di amici e parenti. Secondo la sua volontà, spiegano le figlie Viola e Arianna, “non sarà celebrato alcun funerale, per accompagnarlo in questo meraviglioso viaggio la prossima settimana verrà organizzata una cerimonia buddista”.

Adolfo Lastretti è morto nella sua Loiano

Lastretti aveva iniziato la carriera negli anni Sessanta recitando spesso in ruoli da duro. Al cinema era stato diretto da Lucio Fulci, Umberto Lenzi, Alberto Lattuada, Bruno Gaburro e tanti altri. Lavorò molto anche in Francia, in grandi polar come Borsalino & Co. e Flic Story interpretati dal suo amico Alain Delon. Vantava anche parti accanto ad importanti star internazionali come Annie Girardot, Jean-Paul Belmondo, Jospeh Cotten e Richard Roundtree.

Dopo gli studi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, Lastretti fu uno dei cattivi dello spaghetti western in film come Joe, cercati un posto per morire, Los amigos, I quattro dell’Apocalisse e Una ragione per vivere e una per morire. Nel polizieschi, celebre fu il suo Ciccio Paternò nel cult Il giustiziere sfida la città di Umberto Lenzi con Tomas Milian.

Adolfo Lastretti è morto
Adolfo Lastretti (foto: Facebook)

Adolfo Lastretti: attore di Vivere scomparso a 80 anni

Io sono un buono di natura, quindi l’essere chiamato sempre per il ruolo del cattivo infame, mi metteva in crisi”, aveva raccontato in un’intervista a Nocturno. “Però d’altronde mi faceva piacere perché dovevo veramente trasformarmi, quindi facevo un grande studio sulla trasformazione della personalità”.

Negli ultimi anni, Lastretti aveva recitato molto in televisione: dopo Il Commissario Maigret di Gino Cervi negli anni Sessanta, ottenne grande popolarità grazie alla soap opera Vivere di Canale 5 nei panni di Vittorio De Carolis. Ma in tv aveva anche doppiato Kitt di Supercar e recitato in una piccola parte in Padre Pio con Sergio Castellitto. Lastretti è scomparso nelle ore successive alla morte di Paolo Ferrari ed Ermanno Olmi.

Commenti