Arriva al cinema dal 29 ottobre Belli di papà, commedia di Guido Chiesa (alla prima prova nel genere dopo Io sono con te, Lavorare con lentezza e Il partigiano Johnny) che vede Diego Abatantuono nei panni di un imprenditore di successo rimasto vedovo e alle prese con tre figli bamboccioni. Per educare i tre ragazzi alla realtà, gli fa credere che l’azienda di famiglia stia fallendo e li costringe a fuggire con lui in Puglia, nella vecchia casa di famiglia. Per sopravvivere, Chiara, Matteo e Andrea dovranno cominciare a fare qualcosa che non hanno mai fatto prima: lavorare.

Remake dell’originale messicano Nosotros los nobles (a sua volta ispirato a Il grande teschio di Luis Buñuel), Belli di papà vede nel cast Matilde Gioli, Andrea Pisani, Francesco di Raimondo, Barbara Tabita, Antonio Catania e Francesco Facchinetti, per la prima volta sul grande schermo (è l’odioso fidanzato di Chiara). Se il viaggio sul mondo dei genitori prende le forme di una commedia capace di far divertire, riflettere, emozionare e commuovere, ci sono 5 incredibili curiosità da sapere prima di gustare il film in sala.

5. Suggestive location pugliesi

Complice l’Apulia Film Commission, Belli di papà è stato girato quasi interamente tra Taranto e Avetrana, con alcune giornate di lavorazione anche a Manduria, San Marzano di San Giuseppe e Torre Colimena. “In Italia c’è gente che va alle Maldive e non sa che a pochi km da noi c’è un mare uguale. Per me Taranto è una città bellissima, piena di qualità: non c’è solo l’Ilva”: parola di Diego Abatantuono.

4. Nirkiop, dal web al cinema

I giovani youtubers tarantini Nirkiop hanno avuto un minuto a testa all’interno del film. Con il loro video Esami di Stato 2010, Nicola, Gabriele, Piero, Anna e Mirko hanno raggiunto oltre 80 milioni di views su YouTube.

3. I comici Uccio De Santis e Nic Nocella

Nel cast di Belli di papà, i momenti di comicità pura sono affidati alle due star locali. Uccio De Santis è il re delle barzellette baresi, allievo di Gino Bramieri e famoso per gli sketch in dialetto pugliese incomprensibile. Nato a Terlizzi ma vissuto da sempre a Corato, Nic Nocella è stato il “motivatore” di Volo in diretta, già protagonista di Il figlio più piccolo di Pupi Avati e Omero bello-di-nonna di Marco Chiarini.

2. Il benzinaio-attore Donato Livieri

Tra i tanti attori impegnati in piccoli ruoli, c’è anche il gestore di una stazione di servizio di Avetrana, Donato Livieri: il benzinaio ha insistito così tanto con Guido Chiesa per apparire nel film che il regista gli ha fatto provare degli sketch con Diego Abantuono. Donato è stato così bravo e divertente che da comparsa è stato promosso ad attore.

1. La famiglia allargata di Diego Abatantuono

Come il protagonista del film, anche Diego Abatantuono ha tre figli: una di 30 anni, un altro di 20 e uno di 18. Ma la sua è una famiglia “allargata”, perché i ragazzi sono figli di madri diverse (la scenografa Rita Rabassini, l’attuale compagna Giulia Begnotti).

Commenti