Berlusconi attacca Sorrentino nel corso della conferenza stampa sul referendum lombardo-veneto sull’autonomia. Il leader di Forza Italia ha parlato per la prima volta di Loro, il biopic che il regista premio Oscar per La grande bellezza gli ha dedicato.

Le sue parole arrivano dopo la diffusione della prima immagine del film, nella quale Toni Servillo è Silvio Berlusconi nel pieno di una giornata di relax a Villa Certosa (ricostruita tra Orbetello e all’Argentario Golf Hotel Resort di Porto Ercole).

Berlusconi attacca Sorrentino
Berlusconi e… Berlusconi (versione Servillo)

Il film di Sorrentino? Mi sono giunte strane voci, ma spero che non sia una aggressione politica nei miei confronti”, ha dichiarato l’ex premier. Sorrentino, dal canto suo, ha chiarito in un’intervista alla Bbc che Loro sarà un progetto più ampio, che abbraccia non soltanto la vita di Berlusconi. “Per me, un film è scoprire un mistero. E in Italia molti misteri sono legati strettamente alla chiesa, alla politica, alla mafia. Mi interessa raccontare questi mondi”, ha detto.

Il mondo ha un’idea di Berlusconi come persona molto semplice, ma studiandolo ho capito che è molto più complicato. Vorrei provare a descrivere questo personaggio complesso. Sono interessato all’uomo che sta dietro il politico. Non sono interessato agli aspetti politici”.

Berlusconi attacca Sorrentino (che risponde così)

Sono abituato a vedere il potere dappertutto: il film non è solo su Berlusconi”, ha aggiunto il regista napoletano. “È su qualche altro italiano, persone che stavano attorno a Berlusconi, che provavano a cambiare il corso della loro vita usando Berlusconi”.

Il cast del film, oltre a Servillo nei panni del presidente di Forza Italia, schiera anche Elena Sofia Ricci, candidata a interpretare l’ex moglie Veronica Lario. Riccardo Scamarcio si è invece calato nel ruolo di Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore pugliese condannato in primo grado a 7 anni e 10 mesi per aver organizzato le cene a casa Berlusconi con alcune escort.

Commenti