Carlo Verdone e Ambra Angiolini sono stati gli ospiti d’eccezione al convegno di presentazione del progetto “Crazy for football”, i Mondiali di Calcio dedicati alle persone affette da disturbi mentali che si terranno nel 2018. L’attrice di Saturno Contro e l’attore di Gallo Cedrone, hanno incontrato i medfici e gli psichiatri che si occupano del progetto, accompagnati dal Ministero della Salute, Vito De Filippo, Volfango De Biasi, Danila Stalteri e Claudio Toti.

L’evento aveva come scopo quello di illustrare l’importanza e i benefici della terapia del gioco in pazienti affetti da patologie mentali. Inoltre l’iniziativa si propone di rafforzare la lotta il pregiudizi nei confronti di questi pazienti. Il regista Volfango De Biasi (Un Natale stupefacente”, “Natale col boss), nel corso del convegno ha presentato il suo documentario “Crazy For Football”.

Carlo Verdone e Ambra Angiolini insieme per i disabili nello sport

Carlo Verdone e Ambra Angiolini ha nno avuto modo di incontrare e parlare con il dottor Emanuele Caroppo, dirigente psichiatra dell’UOC SPDC Ospedale Pertini di Roma e Segretario Scientifico del seminario che durante il seminario ha detto “È auspicabile una collaborazione sempre maggiore tra mondo dello sport, della ricerca, dei Servizi di salute mentale, delle Istituzioni e della società civile perché questa è la strada maestra per affrontare il disagio psichico e combattere i pericolosi e sempre presenti pregiudizi”.

L’attore 65enne e la l’ex di Francesco Renga : “diamo voce a realtà spesso guardate con enorme diffidenza”

L’attore 65enne e la l’ex di Francesco Renga sono stati padrino e madrina d’eccezione dell’evento, “Ho sempre grande entusiasmo nell’aderire a queste iniziative perché la disabilità e il disagio psichico sono temi che sento profondamente e che ho trattato anche nei miei film. La notorietà implica il dovere di metterci la faccia e l’impegno a sensibilizzare l’opinione pubblica” mentre Ambra ha spiegato “Queste occasioni che vedono coinvolte la società civile e i personaggi pubblici possono dare voce a realtà spesso guardate con enorme diffidenza ed essere una spinta a superare i pregiudizi e le etichette. Anche il teatro è un luogo in cui le persone con queste difficoltà hanno modo di esprimersi liberamente portando se stessi sul palco creando momenti di profonda intimità e bellezza”.

https://www.youtube.com/results?search_query=ambra+angiolini+t%27appartengo


Commenti