Nel 2019, distribuito da Medusa, arriva al cinema il nuovo film di Checco Zalone. Ma nella seconda parte dell’anno, non all’inizio. Prevista infatti per i primi mesi del 2019, la commedia di Luca Medici non ha ancora avviato le riprese.

Lo ha confermato il suo storico produttore, Pietro Valsecchi, nel corso di una intervista concessa a Il Giornale. Il boss della TaoDue ha anche aggiunto alcuni dettagli su uno dei progetti più attesi, soprattutto dagli esercenti che vogliono rimpinguare le magre casse delle loro sale.

Checco Zalone nuovo film nel 2019

L’amico di scorta, questo il titolo provvisorio del quinto lavoro di Checco Zalone, inizierà le riprese a gennaio. Il film sarà quasi interamente girato in Africa, probabilmente in Kenya, e l’uscita potrebbe slittare direttamente al prossimo autunno. “Sarà un viaggio molto personale tra l’Africa e l’Italia”, ha confessato Valsecchi.

La seconda grossa novità è la regia. Per la prima volta Checco farà tutto da solo. Il suo storico regista, Gennaro Nunziante, ha avuto divergenze economiche con il produttore. Così si è chiamato da parte. Si spiega in questo modo il suo Il vegetale, con il quale ha cercato di sfruttare il talento di Fabio Rovazzi.

Checco Zalone nuovo film

Checco Zalone film in arrivo il prossimo autunno

“Adesso siamo fratelli: la nostra fratellanza è totale e rimarrà per sempre”, aveva detto Nunziante all’Huffington Post. Scherzando, aveva anche confessato che quando Zalone ha visto il suo film, gli ha detto: “Non ci sono io? Allora fa cagare”.

Valsecchi è stato poi molto polemico con lo stato di salute del cinema italiano. Le sue parole hanno generato dibattito. Allarmato dalla carenze di autori nel nostro sistema, il produttore è “fuggito” in Francia, dove sta realizzando con la moglie il remake di Quo vado? (seguirà quello di Sole a catinelle). Un’operazione sullo stile di Le Jeu, il rifacimento di Perfetti sconosciuti, che uscito al cinema il 17 ottobre scorso ha già sfondato al box office.

Commenti