Christian Bale irriconoscibile per esigenze di copione non è una novità. Arrivato al Festival di Toronto per presentare Backseat, il biopic sull’ex vicepresidente degli Stati Uniti, Dick Cheney, l’attore ha sorpreso tutti.

Vistosamente appesantito fino a diventare quasi un’altra persona, Bale ha raccontato la sua trasformazione fisica per interpretare l’eminenza grigia della Casa Bianca. La ricetta per ingrassare? “Sto mangiando un sacco di torte”, ha detto il divo a Variety.

Christian Bale irriconoscibile
Christian Bale al Festival di Toronto (foto: Alberto E. Rodriguez/Getty)

Diretto e sceneggiato da Adam McKay (che ha già lavorato con Bale in La grande scommessa), Backseat vedrà nel cast anche Steve Carell nei panni del Segretario della Difesa Donald Rumsfeld e Amy Adams in quelli della moglie di Cheney, Lynne. Anche per Bale e Adams sarà una reunion: i due hanno già fatto coppia in American Hustle di David O. Russell. Backseat sarà prodotto da Brad Pitt con i suoi soci della Plan-B, Dede Gardner e Jeremy Kleiner.

L’attore è chiamato ad un ruolo difficile. Politico di lungo corso, Cheney è stato il più giovane capo di gabinetto della Casa Bianca: aveva soltanto 34 anni quando venne nominato nel 1975. Ha ricoperto varie posizioni di vertice all’interno del Partito repubblicano, è stato segretario alla Difesa nell’amministrazione di Bush padre e “tutore” di George W. Bush durante gli anni difficili della sua presidenza. Nel 2009, in seguito al quarto infarto, ha deciso di abbandonare la politica, non senza sostenere Donald Trump nella sua corsa alla Casa Bianca.

Christian Bale irriconoscibile a Toronto: il video

Bale, che non sarà Enzo Ferrari nel film di Michael Mann proprio per problemi di salute, non è nuovo a drastici cambiamenti fisici. Nel 2004 aveva perso 25 chili arrivando a pesarne 54 (circa due terzi del suo peso normale) per L’uomo senza sonno. Nel 2013 di chili ne aveva messi su 20 per diventare il truffatore Irving Rosenfeld in American Hustle.

Commenti