Come si può avere speranza per il futuro se si è malati dalla nascita e si vive come se non ci fosse un domani? La risposta è nel film Conta su di me, che esce nelle sale italiane giovedì 8 novembre.

È una commedia all’insegna dei buoni sentimenti e con un tocco drammatico che chiama le lacrime. È anche l’adattamento di un libro tedesco del 2013, basato sulla storia vera dei due autori, Lars Amend e Daniel Meyer.

Conta su di me, il film

Come suggerito dal trailer italiano, il fulcro di Conta su di me è la nascita di un’intensa amicizia: quella di una nuova “strana coppia” del grande schermo, Lenny (Elyas M’Barek) e David (Philip Noah Schwarz).

Lenny è un ricco figlio di papà che passa le sue giornate tra belle ragazze, club e feste. La sua vita piena di vizi e lussi viene messa in discussione quando il padre, stufo di vederlo sperperare soldi, gli blocca la carta di credito. David, invece, ha 15 anni e convive dalla nascita con una malformazione cardiaca: nessuno sa se vivrà fino ai 16 anni.

Quando David ha una crisi respiratoria nella casa popolare in cui vive, la madre lo porta d’urgenza in ospedale. Lì il papà di Lenny, stimato cardiologo, fa in modo che suo figlio si prenda cura di lui. Dapprima restio all’idea, Lenny si lascerà conquistare da questo curioso adolescente, imparando cosa sia il senso di responsabilità.

Conta su di me film al cinema dall'8 novembre

Conta su di me, il cast

Il protagonista è Elyas M’Barek, volto noto in Germania grazie ai film Fuck You, Prof! 3 e Who Am I – No System Is Safe. Accanto a lui troviamo l’esordiente Philip Noah Schwarz (David), un’autentica rivelazione e potenziale star del futuro. Poi ci sono Uwe Preuss (il dottor Reinhard, padre di Benny) e Lisa Bitter (la madre di David).

Conta su di me, il regista

Dietro la cinepresa c’è Marc Rothemund, tedesco classe 1968, al suo decimo lungometraggio da regista. Rothemund, autore di film di successo come La rosa bianca – Sophie Scholl e La ragazza dalle nove parrucche, ha confessato di essere rimasto molto colpito dalla storia di Lars Amend e Daniel Meyer.

Conta su di me, scritto da Maggie Peren e Andi Rogenhagen, è basato sul libro Dieses bescheuerte Herz: Über den Mut zu träumen. Il romanzo racconta la vera storia di Lars e dell’adolescente malato di cuore Daniel, che decide di stilare una lista di 25 cose che vuole assolutamente fare nella sua vita. L’obiettivo di Amend è rendere questa wish-list una realtà.

Conta su di me, il parere di chi l’ha visto

Gli spettatori tedeschi hanno contribuito al ricco botteghino di Conta su di me, trascinati in sala dalla verve di Elyas M’Barek e poi coinvolti emotivamente dalla trama. Il film è una dramedy che procede veloce e che nasconde bene le sue carte, così da colpire al cuore lo spettatore quando decide di farlo. Il successo è stato così trascinante che i diritti internazionali sono stati venduti in tutto il mondo dalla Global Screen: M2 Pictures lo distribuisce in Italia a partire dall’8 novembre.

Commenti