Luca Argentero e il regista Eros Puglielli hanno presentato Copperman alle Giornate di Cinema di Sorrento. Dopo Michele Silenzi ed Enzo Ceccotti, l’Italia ha finalmente trovato un altro supereroe: Anselmo. Che stavolta ha i modi e i toni di Forrest Gump.

Un film davvero particolare, che ha tutte le carte in regola per diventare un successo. Innanzitutto per il suo messaggio: fare della diversità un valore e affrontare l’autismo con dolcezza e originalità. Poi perché singolare e divertente nei toni e nel soggetto.

Copperman trama del film di Puglielli

Copperman racconta la storia di Anselmo (Argentero), un uomo abbandonato dal padre (che lui crede essere un supereroe in missione per salvare il mondo) e che vive ancora con la madre.

Anselmo è candido e tenero: è rimasto come quando era bambino. Innamorato da sempre di Titti, conosciuta alle elementari, stringe amicizia con Silvano, il fabbro del paese. È lui a costruirgli l’armatura di rame che lo trasformerà in Copperman, l’Iron Man di provincia pronto a combattere il male.

Copperman film con Argentero a Spoleto

Come suggerito dal trailer, Copperman è una brillante origin story ambientata a Spoleto, che unisce realismo magico e fantastico, con effetti speciali – ha garantito il regista – sia visivi che di scena.

“È un racconto fiabesco, che non rappresenta la realtà, non lo vuole fare, vuole piuttosto evocare un immaginario ben più libero da schemi e costrizioni”, ha raccontato Puglielli. “Tutti ingredienti che, ruotando intorno ad una tematica come l’autismo, arrivano a lanciare uno straordinario messaggio: la forza per reagire alle difficoltà della vita”.

Copperman film

Copperman Luca Argentero e un ricco cast

“Spoleto è una città da favola e questo film sull’autismo – ha detto la produttrice Caterina Carpinella – è sostanzialmente una favola. Una scelta fatta partendo dal concetto di luogo, per dare un’ambientazione al film di avere un posto del mondo, che lo si possa trasfigurare fino a farlo diventare universale, qualcosa che possa essere vissuto da tutti”.

Un vero e proprio cinecomic, insomma, grazie al quale Argentero ha scoperto di “coltivare la sua parte più infantile e di sentirsi ancora un po’ bambino”. Al suo fianco nel cast di attori vedremo Galatea Ranzi, Antonia Truppo, Tommaso Ragno e Gianluca Gobbi. Distribuito ma anche prodotto da Notorious Pictures, che lo fa uscire al cinema dal 15 febbraio 2019.

Commenti