L’occasione è stata di quelle particolari: la ristrutturazione della casa natale di Walt Disney a Chicago. Proprio durante questo evento speciale, l’esibizione dello spazzacamino Bert di Mary Poppins ha colpito i fan di tutto il mondo. Dick Van Dyke canta L’aquilone per promuovere l’evento e il video commuove intere generazioni di spettatori. L’attore oggi ha 90 anni, eppure non ha affatto perso lo smalto dei giorni migliori. Anzi.

Con un completo elegante blu, insieme alla moglie Arlene, si è presentato alla kermesse in perfetta forma. Insieme ad un gruppo a cappella, ha regalato una nostalgica esibizione canora, sulle note di uno dei brani più famosi della colonna sonora del mitico film della Disney. Lo zio Walt avrà apprezzato sicuramente da lassù. La Walt Disney Birthplace è l’abitazione in cui il geniale regista nacque nel 1901.

Dick Van Dyke canta L’aquilone con i fan

Dick Van Dyke canta L’aquilone (in originale “Let’s Go Fly a Kite”) con i Vantastix ed è subito seguito dalla gente che lo circonda. Una dei presenti, Cindy Rohrbough, ha documentato tutto con un video: il risultato è davvero toccante. Come la scena della creazione originale della canzone, rifatta da Emma Thompson (P. L. Travers) e Bradley Whitford (Don DaGradi) nel biopic Saving Mr. Banks.

Non è affatto la prima volta che accade una cosa del genere. Proprio qualche giorno fa, in occasione del suo 90esimo compleanno, Van Dyke ha partecipato a un flashmob in suo onore organizzato al The Grove di Los Angeles. In quell’occasione, un gruppo di giovani e bravissimi fan ha ballato in sua presenza, in una coreografia sulle canzoni del film.

La commovente esibizione di Bert di Mary Poppins

La colonna sonora di Mary Poppins è stata composta da Richard M. Sherman, Robert B. Sherman e Irwin Kostal. Subito dopo l’uscita del film, ha raggiunto la prima posizione nella Billboard 200 per 14 settimane. Nel suo palmares vanta un Oscar, un Golden Globe e un Grammy Award vinti nel 1965. Supercalifragilistichespiralidoso e le altre canzoni in originale cantate da Julie Andrews, in italiano furono cantate da Tina Centi.

Commenti