Dopo l’uscita americana e le prime recensioni non proprio esaltanti, arriva un’altra tegola per il cinecomic griffato DC e Warner: i Die Antwoord accusano Suicide Squad di plagio. Attraverso un post pubblicato sulla loro pagina Instagram, la band sudafricana ha aspramente criticato David Ayer, il regista del film, per aver copiato il loro stile e la loro estetica, in particolare per i personaggi di Joker e Harley Quinn.

Die Antwoord accusano Suicide Squad
Ninja e Joker a confronto

Secondo Yolandi Visser, la cantante del duo, sarebbero stati gli stessi Jared Leto e Cara Delevingne ad averle riferito che Ayer citava continuamente il gruppo come modello sul set del film, nelle nostre sale da sabato 13 agosto. Un’accusa documentata in un video nel quale si evidenziano diverse similitudini tra tatuaggi, orologi e vestiti della band e quelli dei due personaggi.

Die Antwoord accusano Suicide Squad di plagio

Sì David Ayer, hai copiato il nostro stile”, ha scritto nel post Yolandi. “Ma non ci hai mai chiesto il permesso. Quando Ninja ti ha scritto un messaggio hai fatto finta di niente, eppure sul set continuavi a citarci dicendo che eravamo d’accordo”, ha proseguito. “Ci hai anche invitati alla premiere, io non sono voluta venire ma Ninja è venuto, pensando di chiarire. Invece si è seduto in un angolo a vedere quell’orribile film”.

yes David Ayer u jockin our style. callin ninja up before your movie came our pretendin 2b down, so it looks OK when u bite our black & white graf style & our opening sequence to umshiniwam & an all da lil tiny details u nibbeld dat other people wont see but we notice. Cara & Jared told us how much u were talkin abt us on set but u never asked our permision to rip us off. An when ninja texted u sayin wassup wif dat u said nothin like a scared lil bitch. U were jus flauntin our names pretendin to b down. u aint down an u never will b. but before we knew da extent of ur two face nature – u invited us to ur movie premiere(which i didnt wanna go to) but ninja went , tinkin ur solid guy an mayb there was jus a lil "misunderstandin". Den poor ninja had to sit thru dat hole bullshit movie. An u even got da nerve to say wassup to him smilin – an ninja has to b nice cus he is there wif his kid. But we all tink u wack. U shud start a crew called:,"im a fake fuck" ask kanye if he wants to join u. Cum show ur pretty face at my studios. U know Muggs & u know where da Soul Assasin Studios at. we watin for u. @djmuggs_the_black_goat_ @zef_alien @boojie_baby_ @ragingzefboner @_dark_force_ @dejanvisser @djhitekisgod @jipsi518

Un video pubblicato da ¥O-LANDI VI$$ER (@prawn_star) in data:

E hai anche avuto la faccia tosta di sorridergli e dirgli ‘che succede?’”, ha concluso. “Ninja si è comportato bene perché era lì con suo figlio. Ma noi pensiamo che sei tu il pazzo. Dovresti fondare una crew e chiamarla: ‘Sono un fake’. Domanda a Kanye se vuole unirsi. Vieni a mostrare il tuo faccino nel mio studio. Conosci Muggs e sai dove sono i Soul Assasin Studios. Ti stiamo aspettando”.

Il regista David Ayer contestato sui social

Un messaggio poco conciliatorio, che fa il paio con quelli lanciati sui social dai fan di Emilie Autumn. In molti, infatti, hanno trovato somiglianze eccessive tra l’estetica steampunk di Harley Quinn e quella della cantante e violinista californiana, giunta al successo grazie alle sue collaborazioni con personaggi del calibro di Courtney Love e Billy Corgan. In particolare nel makeup usato in questa scena.

Die Antwoord accusano Suicide Squad
Emilie Autumn e Harley Quinn

Commenti