Domenico Diele condannato a 7 anni e 8 mesi per omicidio stradale. È questa la sentenza emessa oggi dal gup del Tribunale di Salerno. L’attore, volto noto tra cinema e tv per film e serie come ACAB – All Cops Are Bastards, In Treatment, 1992 e 1993, era stato arrestato nella notte tra il 23 e il 24 giugno 2017. Diele si era messo alla guida della sua Audi A3 in stato di alterazione psicofisica a causa dell’uso di stupefacenti e aveva investito e ucciso Ilaria Dilillo, una donna di 48 anni. L’incidente si verificò nel tratto salernitano dell’autostrada A2 del Mediterraneo, nei pressi dello svincolo di Montecorvino Pugliano.

Domenico Diele condannato: 7 anni e 8 mesi

“Urlerò la mia colpevolezza con tutte le forze. Non ho scuse, ho sbagliato e devo pagare”, aveva dichiarato a Repubblica l’attore, ammettendo di essere dipendente da eroina. “Devo pagare quello che decideranno i giudici e se servisse a qualcosa pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. Però non sono un criminale. In televisione si parla di me come un assassino drogato: non è così”. “Io non sono uno che prima si è drogato e poi si è messo a guidare come un pazzo finendo per provocare una tragedia”, aveva aggiunto.

Domenico Diele condannato
Domenico Diele (foto: Facebook @DOMENICODIELE)

Domenico Diele oggi: arriva la condanna

“Sono dipendente da eroina, questo sì, ma la droga non c’entra con l’incidente. Mi sono distratto con il cellulare. Ho un telefonino che funziona male, c’è un tasto che non va, e io per cercare di fare una telefonata ho abbassato gli occhi. Non me ne sono nemmeno reso conto subito di quello che era successo. Solo quando sono sceso dall’auto ho visto e ho capito”.

Dopo aver trascorso dodici giorni nel carcere di Salerno in attesa del braccialetto elettronico, Diele era stato trasferito agli arresti domiciliari nell’abitazione romana della nonna. Tornato libero il 23 dicembre 2017 perché scaduti i termini di custodia cautelare, l’attore ora è stato condannato in rito abbreviato. Il pm Elena Cosentino aveva chiesto una condanna di 8 anni.

Commenti