Chi ha letto “L’amica geniale” ed ha familiarità con la storia di Lenuccia e Lila non starà più nella pelle nel sapere che le case di produzione Fandango e Wildside hanno finalmente annunciato la lieta novella: la bellissima saga di Elena Ferrante diventa una serie TV, era da tanto che se ne parlava ed ora finalmente sembra diventare realtà.

La trilogia della misteriosa scrittrice ha rappresentato uno dei casi editoriali più eclatanti del 2015: l’ultimo capitolo, “Storia della bambina perduta”, è stato annoverato tra i dieci migliori libri dell’anno dal New York Times e sembra aver conquistato il cuore di moltissimi divi del cinema, primo tra tutti l’attore James Franco, che dal suo profilo Instagram ha posato con il libro (tradotto in inglese con il titolo di “My brilliant friend”) definendolo ‘sensazionale’.

L’amica geniale diventa una serie internazionale

saga-di-elena-ferrante-diventa-una-serie-tv

La parte migliore della notizia è che la bellissima e struggente storia di vita ambientata nella periferia di Napoli diventerà un prodotto internazionale e verrà trasmessa in tutto il mondo con il titolo di Neapolitan Novels.

Era da almeno un paio di anni che aspettavamo di sentire dai media che la saga di Elena Ferrante diventa una serie TV, ed ora finalmente il progetto, dopo essersi arenato per un po’, ha preso il largo, anche grazie all’intervento del partner internazionale Wildside. Al momento si parla di ben quattro stagioni e, a quanto sussurra Variety, l’autrice (sulla cui identità ci sono solo congetture al momento) sarà presente durante lo sviluppo della sceneggiatura.

La saga di Elena Ferrante diventa una serie TV

Ancora nessuna informazione riguardo al cast e alle possibili interpreti di Lila e Lenuccia, le due amiche/rivali che per anni si trovano e si perdono lungo la loro imprevedibile, difficile e tortuosa vita nel “rione” partenopeo: la loro evoluzione da bambine giocose e furbe a donne mature e madri imperfette nei tre libri renderà sicuramente ardua la ricerca delle attrici. Qualche preferenza?

Nel frattempo ricordiamo il precedente cinematografico dei romanzi della misteriosa scrittrice: “I giorni dell’abbandono”, tratto dal suo omonimo romanzo, è un film del 2011 con Margherita Buy e Luca Zingaretti.

Commenti