La Festa del Cinema di Roma 2018 è “un affresco vario e ricco” del cinema contemporaneo di tutto il mondo. Lo ha annunciato il direttore artistico Antonio Monda presentando la tredicesima edizione della Festa, dal 18 al 28 ottobre. Le sue parole chiave per sintetizzare la kermesse sono tre: “donne, memoria e cinema del reale”. Monda ha rivendicato “un’identità forte” dell’evento, “acquisita lungo tre anni esaltanti” della sua direzione. Martin Scorsese, Isabelle Huppert, Cate Blanchett e Michael Moore sono alcuni tra i tanti ospiti attesi nella Capitale. Ma a parlare sono soprattutto i film, 38 nella Selezione Ufficiale messa in piedi dal comitato.

Festa del Cinema di Roma 2018 programma ufficiale

L’apertura è affidata al mystery thriller Bad Times at the Royale di Drew Goddard (Quella casa nel bosco), la chiusura alla commedia gialla Notti magiche di Paolo Virzì. Nel mezzo, spiccano tanti titoli statunitensi e i due italiani: Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, a due anni dal successo di Indivisibili, e il documentario Diario di tonnara di Giovanni Zoppeddu, dedicato ai pescatori di tonno siciliani.

Grande attesa per l’anteprima mondiale di Millennium: Quello che non uccide, il ritorno della saga creata da Stieg Larsson con l’adattamento del romanzo di David Lagercrantz, che vede Claire Foy (The Crown) nei panni della hacker Lisbeth Salander. Ancora spazio al dark con Halloween di David Gordon Green, che riporta in vita il capolavoro di John Carpenter (qui produttore esecutivo) con lo psicopatico omicida Michael Myers e la tosta Laurie Strode (Jamie Lee Curtis) a dargli la caccia.

Festa del Cinema di Roma 2018
Halloween

Festa del Cinema di Roma 2018 ospiti prestigiosi

Green Book, film in odore di Oscar di Peter Farrelly con la coppia da applausi Viggo Mortensen e Mahershala Ali, punta a ripetere il successo di Moonlight (Barry Jenkins è presente con il nuovo film, Se la strada potesse parlare), mentre The Old Man and the Gun di David Lowery sarà l’ultima apparizione sul grande schermo di Robert Redford prima dell’annunciato ritiro. Stanlio e Ollio di Jon S. Baird ricostruisce un particolare periodo nella vita di Stan Laurel (Steve Coogan) e Oliver Hardy (John C. Reilly), ovvero la loro tournée teatrale nell’Inghilterra del 1953.

Il mistero della casa del tempo di Eli Roth si presenta come un’avventura magica e misteriosa con un ricco cast guidato da  Jack Black e Cate Blanchett. Curiosità per Beautiful Boy di Felix Van Groeningen (Alabama Monroe), tratto da due bestseller firmati da David e Nic Sheff, con  Steve Carell e Timothée Chalamet. Michael Moore presenta poi Fahrenheit 11/9, provocatorio sguardo sull’America ai tempi di Trump.

Festa del Cinema di Roma 2018
A Private War

A Private War di Matthew Heineman è il biopic sulla coraggiosa reporter di guerra Marie Colvin, interpretata da Rosamund Pike, mentre sul fronte televisivo si vedranno i primi due episodi di The Little Drummer Girl, serie di Park Chan-wook con Alexander Skarsgård, Michael Shannon e Florence Pugh. Spazio al thriller con Kursk di Thomas Vinterberg, la vera storia del sottomarino russo che nel 2000 affondò nel mare di Barents con 118 marinai a bordo. Nel cast spiccano Matthias Schoenaerts, Léa Seydoux, Colin Firth e Max von Sydow.

Negli eventi speciali c’è They Shall Not Grow Old, il documentario di Peter Jackson che con filmati di repertorio originali riporta in vita la realtà della Prima guerra mondiale. La sezione Tutti ne parlano porta a Roma titoli che hanno avuto un sorprendente esordio internazionale. Tra questi spiccano Boy Erased di Joel Edgerton (la storia vera del figlio gay di un prete battista costretto a partecipare ad un programma di rieducazione: nel cast Lucas Hedges e Nicole Kidman) e La diseducazione di Cameron Post di Desiree Akhavan, altro racconto LGBT con protagonista Chloë Grace Moretz.

Festa del Cinema di Roma 2018 date dal 18 al 28 ottobre

Due le retrospettive. Quella dedicata a Peter Sellers include 12 film, da La signora omicidi a Oltre il giardino. Quella su Maurice Pialat, Palma d’oro a Cannes per Sotto il sole di Satana, punta a far riscoprire perle del cinema francese come L’amante giovane e Police.

Tra gli omaggi, spazio al ricordo di Carlo Vanzina, Vittorio Gassman e Nelson Pereira dos Santos. Nei restauri, ci saranno quelli di L’amore molesto di Mario Martone e Il tempo si è fermato di Ermanno Olmi, introdotto da Scorsese. Tantissime le attività parallele, dal centro alla periferia di Roma, e intrigante come al solito il programma per ragazzi di Alice nella Città. Il programma completo è su www.romacinemafest.org.

Commenti