Il cinema e i suoi eroi servono anche ad affrontare gli eventi traumatici della vita quotidiana. Così, nell’inferno vissuto alle 7:40 di domenica 30 ottobre dalle popolazioni del Centro Italia, succede che Harry Potter salva una ragazza autistica dal terremoto. Una vicenda toccante, una storia di forza e coraggio, riportata dal sito web Pernoiautistici.com.

Harry Potter salva una ragazza autistica dal terremoto
Harry Potter

La ragazza con autismo si chiama Benedetta e vive a Marsciano, in provincia di Perugia. Una delle zone più colpite e danneggiate dal sisma. Il suo mito è Harry Potter, interpretato al cinema da Daniel Radcliffe. Come ha raccontato sua mamma Gabriella, la scossa è stata “venti secondi di discesa all’inferno”. In quel momento era “incapace di fare anche solo un passo per avvicinarmi a lei e abbracciarla”.

Harry Potter salva una ragazza autistica dal terremoto

Benedetta era terrorizzata e urlava, irrigidita sulla sedia. Volevo prenderla per metterci sotto l’architrave della porta, ma tutto ballava così forte che ogni tentativo è stato inutile. Ho pensato che qualcosa di più devastante stesse per accadere e che dovevo fare di tutto per scappare da lì. Ho pregato tanto mentre Benedetta gridava spaventata”. Ma Benedetta ha avuto il suo asso nella manica: il maghetto di Hogwarts.

Harry Potter salva una ragazza autistica dal terremoto
Benedetta in versione coraggiosa (foto: Pernoiautistici.com)

Harry Potter è il personaggio nel quale Benedetta si trasforma nei momenti di crisi”, ha spiegato Gabriella. “E così è stato. Benedetta ha indossato gli occhiali di plastica rotondi e, lentamente, in pigiama mi ha seguita dentro la macchina. Ha continuato a respirare affannosamente per un po’ ma ben presto tutto è rientrato, soddisfatta per aver superato una prova così importante”.

La lettera al suo eroe

A mente fredda, Benedetta ha poi rielaborato quanto accaduto rifacendosi ancora ai personaggi creati da J. K. Rowling. Ha scritto una lettera direttamente a Harry Potter, che recita così: “Ciao Harry. Stamattina c’è stato un terremoto nella mia stanza. Il lampadario si muoveva. E l’armadio si muoveva. Io e mamma eravamo molto spaventata dal terremoto ma con coraggio siamo salite in macchina e siamo state molto coraggiose. È stata una cosa devastante, Harry. Alla fine ero molto spaventata dal terremoto. Ma con coraggio sono salita in macchina. Sono stata molto coraggiosa”.

Commenti