In viaggio con Adele è una dramedy on the road che affronta un tema complesso come quello della disabilità mentale. La protagonista Adele (interpretata da Sara Serraiocco) è una ragazza venticinquenne affetta da sindrome di Asperger. Una condizione dello spettro autistico che va a colpire le interazioni sociali di cui si conosce ancora poco. Anche se personaggi famosi come la cantante Susan Boyle, l’attore Dan Aykroyd e la scrittrice Susanna Tamaro hanno fatto “asping”.

In viaggio con Adele, film su Asperger e famiglia

Nel film di Alessandro Capitani, al suo esordio nel lungometraggio dopo il David di Donatello vinto nel 2016 per il cortometraggio Bellissima, Adele non ha mai conosciuto suo padre e vive da sempre sotto l’ala protettiva della mamma Margherita. Quando quest’ultima muore, la ragazza resta sola e abbandonata dai parenti, che non hanno nessuna intenzione di prendersene cura. Aldo (Alessandro Haber) è un attore sessantacinquenne che arriva a casa di Adele proprio per un ultimo saluto alla defunta Margherita. In quell’occasione scopre di essere il padre della ragazza. Oltre ad avere il compito di accompagnarla dalla nonna materna (l’unica che apparentemente la potrebbe tenere), dovrà anche dirle la verità. Perfetti sconosciuti, diversissimi fra loro, i due si mettono in viaggio in una Puglia inospitale e trasformeranno la loro relazione improbabile in qualcosa di unico e indimenticabile.

In viaggio con Adele
Alessandro Haber e Sara Serraiocco

Sindrome di Asperger, film italiani la raccontano così

Già raccontata (in chiave di commedia) da Quanto basta di Francesco Falaschi (con il bravissimo Luigi Fedele, Vinicio Marchioni, Valeria Solarino e lo stesso Haber) e Vengo anch’io del duo comico Corrado Nuzzo e Maria Di Biase, la sindrome di Asperger è un fenomeno sempre più in crescita. Nel mondo, secondo studi recenti, un bimbo ogni cento ha un disturbo dello spettro autistico. In Italia non ci sono dati certi. Si sa solo che circa 500 mila famiglie ne sono coinvolte. Al cinema molti personaggi hanno incarnato questa condizione, dal piccolo Oskar di Molto forte incredibilmente vicino al detective Monk della serie tv, passando per l’hacker Lisbeth Salander di Uomini che odiano le donne. Come suggerisce il trailerIn viaggio con Adele, al cinema dal 18 ottobre con Vision Distribution, è una storia toccante perché Capitani ha rappresentato sullo schermo una ragazza “ragionevolmente differente” in modo onesto e veritiero.

Commenti