Kate Winslet racconta la scena “sudata” di Titanic per la prima volta. Ovvero perché durante i ciak più passionali con Leonardo DiCaprio, Rose e Jack sono finiti per essere così accalorati. Ospite di Stephen Colbert, l’attrice inglese ha celebrato il compleanno del secondo film con il maggiore incasso nella storia del cinema.

Il blockbuster di James Cameron usciva in sala esattamente vent’anni fa, frantumando ogni record. Insieme a Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re e Ben-Hur, è un dei titoli con più vittorie in assoluto ai Premi Oscar, ben 11. Ma non solo. Nel 2007 l’American Film Institute l’ha inserito all’ottantatreesimo posto nella classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi.

Kate Winslet racconta la scena sudata di Titanic
Kate Winslet in Titanic

Proprio nelle scorse settimane, Cameron ha rivelato perché Jack doveva morire in un’intervista a Vanity Fair America. “Si è trattato di una scelta artistica”, ha rivelato non senza una coda polemica. “Se fosse vissuto, il film sarebbe stato privo di significato. Credo che Titanic parli di morte, di separazione. Jack doveva morire”.

Ora è toccato a Winslet rivelare qualche divertente aneddoto legato alla lavorazione del film. Colbert le ha chiesto come sia stata girata la famosa scena d’amore tra lei e DiCaprio. Il particolare che ha divertito molto il conduttore è il sudore che grondava sui volti dei due divi. Reale passione in scena? Un semplice trucco, ha spiegato Kate.

Kate Winslet racconta la scena sudata di Titanic

Durante l’intervista al Late Show with Stephen Colbert, l’attrice ha infatti confessato: “Non penso fosse scritto che dovessimo essere così sudati. Credo fosse un’idea emersa sul set prima delle riprese. Era piuttosto caldo nella macchina, ma per ottenere quell’effetto ci hanno spruzzato dell’acqua contenuta nelle bottiglie Evian, in modo da farci sembrare in preda alla passione”.

Ecco l’estratto dell’intervista a Kate Winslet, che vedremo al cinema dal 21 dicembre nel nuovo film di Woody Allen, La ruota delle meraviglie.

Commenti