Spesso viene da pensare che nell’industria cinematografica, a Hollywood o, in generale, tra persone e attori famosi di un certo livello, non possa esistere vera amicizia, e che ci sia sempre un’ipocrisia di fondo: l’episodio in cui Madonna diede della mediocre a Sharon Stone (e non solo…) da un lato confermerebbe questa visione, dall’altra però fornisce una risposta alternativa. Ma partiamo dall’inizio:

Madonna diede della mediocre a Sharon Stone, ma anche a Whitney Houston

Una vecchia collaboratrice della popstar, Darlene Lutz, ha deciso di pubblicare una vecchia conversazione privata in cui si legge uno sfogo molto amaro e frustrato (un gesto molto simile a quello del fuorionda di Flavio Insinna, registrato di nascosto e inviato a Striscia La Notizia). Oggetto delle spietate critiche della cantante sono Whitney Houston e la sopracitata attrice di Basic Instinct:

Al tempo in cui, come leggerete, Madonna diede della mediocre a Sharon Stone e alla cantante di I Will Always Love You, era fidazata con l’attore John Enos. Erano gli inizi degli anni ’90:

È frustrante leggere che Whitney Houston ha la carriera musicale che io vorrei avere e Sharon Stone ha la carriera cinematografica che non avrò mai.
Non perché voglio essere queste donne, preferirei morire, piuttosto. Ma sono così orribilmente mediocri e sono sempre usate come paragoni ed esempi virtù. Tutto quello che faccio è originale e unico: ho messo così tanto di me nel mio lavoro e mi ha solo portato dolore e dolore.

madonna diede della mediocre a sharon stone

La vecchia lettera, resa pubblica dall’ex collaboratrice, ha suscitato molto scalpore e, naturalmente, è arrivata all’attenzione dell’attrice, che da anni ormai è  un’amica leale e fidata della stessa popstar che l’aveva duramente offesa prima di conoscerla. La sua risposta, anziché gettare benzina sul fuoco e accendere la polemica, si focalizza su alcune cose molto più importanti:

L’epica risposta di Sharon Stone alla vecchia lettera della cantante

Cara Madonna – scrive sul suo profilo Instagram – Penso sia assurdo che qualcuno  abbia pubblicato le tue lettere private. Per questo motivo, scrivo qui pubblicamente. Dato che sono tua amica. Ho desiderato tanto diventare una rock star in qualche momento della mia vita…e mi sono sentita così mediocre come mi descrivevi. Noi sappiamo bene – come tutti queli che sono sopravvissuti così a lungo – che padroneggiare la nostra mediocrità è l’unico modo per padroneggiare la nostra forza; per diventare tutto quello che entrambe siamo diventate. Ti voglio bene e ti adoro, non mi schiererò mai contro di te a causa di un’invasione dei tuoi momenti privati.

Commenti