Capita anche ai migliori di sbagliare: Max Pezzali ha scartato Angelina Jolie per il suo unico film mai realizzato, Jolly Blu. Era il 1998 e il cantante degli 883 fece fuori la futura diva di Hollywood per fare spazio ad Alessia Merz.

È successo ai casting per la commedia ideata dal dj tuttofare Claudio Cecchetto e diretta dall’esperto di videoclip Stefano Salvati. A rivelarlo, a vent’anni da quei fatti, è lo stesso Pezzali a Verissimo. E la motivazione di quella scelta lascia basiti.

Max Pezzali ha scartato Angelina Jolie
Il poster di Jolly Blu

Nel 1998 Angelina aveva 23 anni. Sette anni prima, Jolie aveva esordito per Venditti a soli 16 anni. Fu la protagonista del video ufficiale di Alta marea (cover di Don’t Dream It’s Over), realizzato nel 1991 dallo stesso Salvati. “Ero andato in America con Stefano per cercare una location adatta e fare provini”, ha raccontato Venditti. “Volevamo una bella donna pronta a scene erotiche. Un giorno si presenta una ragazza splendida, sensuale e aggressiva, con la faccia un po’ paffuta. Siamo rimasti affascinati”.

Da allora, Angelina si era barcamenata in piccole produzioni come Hackers e Desert Moon. Alla ricerca del film giusto per la svolta definitiva, capitò ai casting di Jolly Blu, il film del 1998 che avrebbe sancito il debutto degli 883 sul grande schermo.

Max Pezzali ha scartato Angelina Jolie: ecco perché

Era troppo sexy per quel ruolo”, ha raccontato Pezzali confermando la leggenda che da anni circola dietro quel famoso casting. “La storia è vera: lei fece il casting e qualcuno disse che aveva un viso interessante. Qualcuno tra il regista e il produttore disse però che non andava bene”.

Per il ruolo di Beatrice, la bella del film, fu infatti scelta Alessia Merz che in quel periodo era già famosa grazie a Non è la Rai e come velina di Striscia la Notizia. “Con Alessia siamo molto amici e la saluto, ma scartando Angelina abbiamo perso l’occasione di diventare immortali”, ha ammesso Pezzali a Verissimo.

Commenti