Nel pomeriggio in un ospedale romano è morto Bud Spencer, ad 86 anni. Nato con il nome di Carlo Pedersoli a Napoli il 31 ottobre 1929, l’attore ha segnato insieme alla spalla Terence Hill alcuni dei momenti più importanti della storia del cinema italiano. Bud Spencer e Terence Hill hanno formato la coppia per eccellenza del genere spaghetti western italiano, con pellicole iconiche come “I quattro dell’Ave Maria”, di Giuseppe Colizzi, “Lo chiamavano Trinità…”, di E.B. Clucher, “Bomber” di Michele Lupo e “Banana joe” di Steno.

Ad annunciare la sua morte è stato il figlio Giuseppe Pedersoli “Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata ‘grazie”, ha dichiarato.

Morto Bud Spencer: non solo spaghetti western

Anche se conosciuto per i suoi ruoli da gigante buono che menava sganassoni Bud è anche apparso in un thriller diretto da Dario Argento, “Quattro mosche di velluto grigio” ed ha anche recitato con Ermanno Olmi e con Carlo Lizzani.

L’attore scomparso oggi: l’amarezza degli ultimi anni

Nonostante la lunga carriera di successo, ultimamente l’attore scomparso oggi, aveva espresso la sua amarezza per non essere abbastanza considerato dal mondo del cinema “In Italia io e Terence Hill semplicemente non esistiamo – dichiarò negli ultimi anni – nonostante la grande popolarità che abbiamo anche oggi tra i bambini e i più giovani. Non ci hanno mai dato un premio, non ci invitano neppure ai festival”.

Commenti