Hollywood in lutto: è morto Martin Landau, attore americano che ha fatto moltissimi film come caratterista ed è stato consacrato da Woody Allen e Tim Burton. Nato a Brooklyn il 20 giugno 1928, Landau è scomparso all’età di 89 anni per “inattese complicazioni” durante un ricovero. Come reso noto da The Hollywood Reporter, si è spento presso l’ospedale Ronald Reagan di Los Angeles.

Un talento fuori dal comune quello dell’attore, che all’età di 17 anni ottenne lavoro come vignettista per il New York Daily News, ma rifiutò una promozione e si licenziò cinque anni dopo per cimentarsi nella recitazione.

morto Martin Landau
Martin Landau

La prima volta che è apparso sul grande schermo fu nei panni del cattivissimo omosessuale Leonard nel film di Alfred Hitchcock, Intrigo internazionale. Ebbe poi piccole parti in kolossal come Cleopatra e La più grande storia mai raccontata. Migliore amico di James Dean e di Steve McQueen, lavorò con grandi registi in La carovana dell’Alleluja di John Sturges e in Nevada Smith di Henry Hathaway. Insegnante all’Actor’s Studio, con lui studiarono Jack Nicholson, Anjelica Houston, Harry Dean Stanton, Warren Oates e persino Oliver Stone.

Il primo grande successo arrivò in tv con Mission: Impossible, nel quale interpretava Rollin Hand. Grazie alla serie vinse anche un Golden Globe, ma lasciò dopo tre stagioni nel 1969 per una divergenza contrattuale. A quel punto gli fu offerto il ruolo di Spock in Star Trek ma lo rifiutò. Alla fantascienza sul piccolo schermo ci tornò anni dopo con un altro personaggio cult, il comandante John Koenig nella serie Spazio: 1999.

È morto Martin Landau, aveva 89 anni

Esaurita la carriera di caratterista, alla fine degli anni Ottanta partì la sua seconda carriera da protagonista. Francis Ford Coppola lo scelse per il ruolo del socio in Tucker – Un uomo e il suo sogno del 1988, una performance che gli valse la nomination all’Oscar. Un’altra candidatura arrivò l’anno successivo per Crimini e misfatti di Woody Allen. La statuetta arrivò alla terza occasione, nel 1994, quando interpretò Bela Lugosi in Ed Wood di Tim Burton.

Recentemente era diventato celebre in tv per il ruolo del padre di Anthony La Paglia nella serie Senza traccia e per quello del produttore Bob Ryan in Entourage. Tra gli ultimi film della sua carriera, spicca Remember di Atom Egoyan del 2015, dove ha recitato al fianco di Christopher Plummer. Nelle stesse ore in cui è morto George A. Romero, amici e colleghi l’hanno ricordato commossi sui social.

Commenti