Lutto nel mondo del cinema d’animazione: è morto Tyrus Wong, disegnatore e artista sino-americano a lungo collaboratore di Disney e Warner Bros. Fu lui il vero papà di Bambi e il creatore dell’art department di Il giro del mondo in 80 giorni, kolossal ricco di star che nel 1956 vinse ben cinque Premi Oscar. Wong aveva 106 anni e si è spento nella sua casa di Los Angeles.

morto Tyrus Wong
Tyrus Wong negli anni ’40 (foto: Pamela Tom)

Nonostante il contributo fondamentale che diede alla Hollywood degli anni ’40 e ’50, la sua vita fu decisamente travagliata. Cinese immigrato negli Stati Uniti nel 1920, fu separato dal padre e rimase da solo per un lungo periodo a Angel Island. “Avevo appena 9 anni, ero l’unico bambino ed ero spaventato a morte”, ha spesso ricordato. Ma non solo: subì il carcere, l’isolamento, rigorosi interrogatori, la povertà e soprattutto la discriminazione.

Morto Tyrus Wong: aveva 106 anni

Sentimenti che incanalò nel suo lavoro. Entrato alla Disney come lavapiatti della mensa, soltanto nel 1938 divenne sketch artist e il suo progetto più ambizioso venne approvato. Ispirandosi ai panorami della dinastia Song, presentò un serie di acquarelli e pastelli carichi di atmosfera che fecero impazzire Walt Disney. Da fantasia, Bambi e la sua storia, tanto simile a quella di Wong, divennero realtà.

Wong lavorò due anni a Bambi, diventandone il direttore artistico. Tuttavia, il suo nome compare a stento nei credits conclusivi. Nel 1941, infatti, sulla scia di uno sciopero dei dipendenti, la Disney lo aveva licenziato nonostante il fatto che lui non avesse aderito. Il suo contributo ad un grande classico del cinema d’animazione non fu riconosciuto per decenni. Soltanto nel 2001 venne inserito tra le leggende Disney dal Chinese American Museum.

Da papà di Bambi a creatore di aquiloni

Dopo l’allontanamento dalla Disney, fu designer delle cartoline d’auguri della Hallmark e a lungo production illustrator per la Warner, per la quale realizzò scenografie e storyboard di numerosi film. Andò in pensione nel 1968 e da allora si dedicò alla costruzione di aquiloni: draghi e millepiedi, creature gigantesche e fantastiche, che ogni sabato faceva volare dal molo di Santa Monica.

Commenti