Natalie Wood è stata una delle attrici più amate di Hollywood. La diva di Gioventù bruciata, Sentieri selvaggi e West Side Story scomparve in circostanze misteriose il 29 novembre 1981, a soli 43 anni. Presumibilmente annegò al largo delle acque dell’isola di Santa Catalina mentre stava trascorrendo qualche giorno sul suo yacht “Splendour” col marito, l’attore Robert Wagner, e l’amico Christopher Walken.

Si disse che era caduta per sbaglio dall’imbarcazione e il caso fu subito archiviato come morte accidentale. Ma ben presto l’inchiesta apparve decisamente strana. Ora, a 37 anni dai fatti, Robert Wagner è diventato ufficialmente un sospettato. Lo hanno detto gli inquirenti durante un’intervista a 48 Hours, il programma della Cbs che manderà in onda la puntata, Natalie Wood: Death in Dark Water, il prossimo 3 febbraio 2018.

Natalie Wood
Robert Wagner e Natalie Wood

Indaghiamo sul caso da sei anni”, ha detto in trasmissione John Corina, il vice sceriffo della contea di Los Angeles. “Credo che sia una persona informata dei fatti al momento. Sappiamo che era l’ultimo ad essere con Natalie prima che scomparisse”. Molti tabloid, dopo il tragico evento, avevano scritto che Wagner fosse in qualche modo coinvolto in quello che, più che un suicidio, potrebbe essere stato un omicidio.

Una nuova autopsia, chiesta dalla sorella Luana, aveva rivelato la presenza di lividi sulle braccia, sui polsi e sul collo di Natalie, tali da far ipotizzare un’aggressione. Corina ha aggiunto che l’attore non avrebbe mai fornito una precisa spiegazione su come siano andate effettivamente le cose. Gli inquirenti vorrebbero interrogarlo ma Wagner, ormai 87enne, si rifiuta di parlare da quando si è tornato a fare luce sulla misteriosa scomparsa della moglie.

Natalie Wood, mistero senza fine

Il caso Natalie Wood, infatti, era già stato riaperto nel 2011, quando il capitano dello yacht, Dennis Davern, era uscito allo scoperto fornendo nuovi dettagli di quella notte. L’uomo aveva ammesso di non essere mai stato completamente sincero su ciò che sapeva.

Secondo le anticipazioni di 48 Hours, Wagner, Walken e Davern avevano detto inizialmente che Wood, notoriamente terrorizzata dall’acqua profonda (come raccontato dall’amico Elia Kazan), era andata a largo da sola a bordo di un gommone. Negli anni, Wagner e Davern hanno invece cambiato versione, destando numerosi sospetti. Sempre secondo Corina, l’attore non ha fornito dettagli che combaciano con la versione degli altri testimoni. “Credo che abbia cambiato un po’ la sua storia e la sua versione non quadra”, ha spiegato.

Commenti