Ha vinto come miglior serie drammatica agli Emmy 2018, confermandosi una produzione da record: in attesa della nuova stagione di Game Of Thrones, è il caso di cominciare a leggere qualche anticipazione per ingannare l’attesa. E sì, perché, tra le prime notizie, ne abbiamo una non tanto positiva: l’inizio dello show potrebbe slittare ancora.

Il supervisore degli effetti visivi, Joe Bauer, ha infatti dichiarato: “Termineremo il lavoro che stiamo facendo su Game of Thrones 8 per l’anno prossimo, stiamo iniziando ora la post produzione. Faremo fatica a lavorare sulla stagione 8, continueremo almeno fino a maggio 2019, quindi mancano otto o nove mesi. A febbraio inizieremo le riprese del prequel, quantomeno del pilot, quindi avremo ancora parecchio da fare sulla stagione 8 quando inizieremo“.

Buone e cattive notizie sulla nuova stagione di Game of Thrones

Passiamo adesso alle buone notizie: dopo essersi portato a casa la statuetta di miglior attore non protagonista di una serie drammatica, Peter Dinklage – alias Tyrion Lannister – ha svelato un dettaglio importante della nuova stagione di Game Of Thrones. Intervistato da un reporter, all’attore britannico è stato chiesto se vedremo mai una battaglia più bella e intensa della celebre ‘Battle of the bastards’. E la sua reazione è stata: Oh mio dio, e di molto. Ci hai preso in pieno. Davvero.

emmy 2018

Per il resto pochi altri dettagli, oltre al primo trailer della nuova stagione (che purtroppo ancora non mostra nuove immagini) e a qualche nota tecnica. 6 episodi, 80 minuti a puntata, budget stellare: “Hanno speso una quantità maggiore di denaro per meno episodi, quindi sarà ancora più grandioso della scorsa stagione. Stiamo provando cose nuove, sperimentando nuove tecniche di ripresa. Stiamo cercando di rompere i confini e superarli in queste ultime due stagioni“, dicono dalla produzione.

Continua l’attesa di questo inverno che, come sanno bene i fan, ormai è arrivato.

Commenti