Pitt e DiCaprio in C’era una volta a Hollywood: saranno loro i protagonisti di Once Upon a Time in Hollywood, il nono film di Quentin Tarantino. A differenza di quanto trapelato mesi fa, DiCaprio non interpreterà Charles Manson: il ruolo del guru sanguinario che sconvolse il flower power sarà affidato ad un altro attore. Per Brad e Leo, il regista ha pensato a due personaggi completamente diversi.

Pitt e DiCaprio in C’era una volta a Hollywood

DiCaprio sarà Rick Dalton, un ex divo di un telefilm western e Pitt il suo stuntman Cliff Booth. Entrambi sul viale del tramonto, lottano con tutte le loro forze per un ultimo guizzo di celebrità in una Hollywood che ormai li ripudia. La loro vicina di casa è – sorpresa – proprio Sharon Tate. A vestire i panni dell’ex moglie di Roman Polański, uccisa dai seguaci della “famiglia” criminale di Manson il 9 agosto 1969 nella sua villa di Los Angeles, dovrebbe essere Margot Robbie. “Sto lavorando a questa sceneggiatura da cinque anni – ha dichiarato Tarantino – e vivo a Los Angeles da sempre, anche nel 1969, quando avevo sette anni. Sono davvero entusiasta di raccontare questa storia di una Los Angeles e di una Hollywood che non esistono più. E non potrei essere più felice della dinamica squadra DiCaprio & Pitt come Rick & Cliff”.

Pitt e DiCaprio in C'era una volta a Hollywood
Pitt e DiCaprio, ovvero Cliff e Rick

Pitt e DiCaprio, dream team per Tarantino

Sony Pictures, che ha confermato la presenza dei due attori nel cast, ha annunciato anche la data d’uscita ufficiale del film: il 9 agosto 2019, ovvero a 50 anni esatti dalla morte di Tate. Il budget della produzione è pari a 100 milioni di dollari, le riprese inizieranno il prossimo giugno. Per rientrare con un profitto utile da questa super-produzione, il film dovrebbe incassare 300 milioni di dollari. Un traguardo raggiungibile per Tarantino considerando che Django Unchained ha incassato 425 milioni in tutto il mondo e Inglourious Basterds ne ha totalizzati 321.

Commenti