Dimenticate i Muppet: Pupazzi senza gloria li fa a pezzi in nome di una comicità dissacrante e volgarissima. Il primo progetto da regista di Brian Henson (figlio del grande Jim) pensato direttamente per il cinema è una commedia vietata ai minori folle ed esilarante. La storia adotta i toni della black comedy e li frulla con il thriller citazionista, il giallo e il buddy movie: materiale da maneggiare con estrema cautela.

Pupazzi senza gloria, Maccio è lo sbirro Phil Phillips

Ambientato in un mondo dove umani e pupazzi vivono insieme quotidianamente (ma i pupazzi sono considerati esseri inferiori), Pupazzi senza gloria racconta l’indagine della detective Connie Edwards (Melissa McCarthy) e dell’ex sbirro Phil Phillips (la voce italiana è di Maccio Capatonda).

I due si odiano cordialmente e non potrebbero essere più diversi. Tuttavia sono costretti a mettere da parte le loro divergenze quando vengono chiamati a risolvere un mistero che sta sconvolgendo il sottobosco dei pupazzi. I famosissimi attori di pezza (non così adorabili come sembrano) di uno show televisivo per bambini, The Happytime Gang, cominciano ad essere assassinati uno dopo l’altro.

Pupazzi senza gloria

Da queste premesse, Pupazzi senza gloria (ma il  titolo originale, The Happytime Murders, è più appropriato) sviluppa gag demenziali e umorismo nero a base di Muppet “cattivi” e battute stupide, rigorosamente per adulti.

La sceneggiatura è stata scritta da Todd Berger, già regista della black comedy It’s a Disaster e attore nel cast della serie tv Parks and Recreation.

“Quale faccia nascondono i pupazzi che vediamo tutti i giorni in tv – ha spiegato Berger – e come sarebbero le loro vite se esistessero veramente al di là dello schermo? Partendo da queste domande e sfruttando la mia passione per thriller come Seven e per noir come L.A. Confidential, abbiamo costruito una storia in cui i pupazzi si confrontano con la violenza, il denaro e il crimine”.

Melissa McCarthy ha accettato il copione convinta dal marito Ben Falcone. Pupazzi senza gloria è, nelle sue parole, “un buddy movie che risalta il valore dell’amicizia e il significato della parola uguaglianza”. “Mi piaceva l’idea – ha confessato – di interpretare un detective che è a volte irritabile, dura e sfiancante, e che ha problemi con lo zucchero, che per i pupazzi è come se fosse eroina”.

Nel cast umano, l’attrice è affiancata da nomi di spicco come Maya Rudolph (già con McCarthy in Le amiche della sposa: stavolta è Bubbles, la leale segretaria di Phil) ed Elizabeth Banks nella parte di Jenny Peterson, ballerina burlesque unica umana del programma di pupazzi ed ex fiamma di Phillips. In originale, Phil è doppiato da Bill Barretta.

Pupazzi senza gloria

Pupazzi senza gloria: uscita il 18 ottobre 2018

La Henson Alternative ha realizzato ben 125 pupazzi, di cui 40 creati per l’occasione. Gli effetti visivi sono stati curati da Sam Nicholson, che ha spiegato così il suo processo di creazione: “È stato uno dei lavori più complessi che abbia mai fatto perché in una sola sequenza bisognava avere una combinazione di riprese in 8K e pupazzi su green screen con quattro burattinai per ogni pupazzo. Quindi, per fare un esempio, quando vedete sei pupazzi in scena, immaginate sul set 24 burattinai, tutti con addosso le tute verdi da green screen! A ciò aggiungeteci le barre per animarli: è stato questo il procedimento per avere avatar o pupazzi in CG che nel film vedete accanto ai pupazzi reali”.

The Happytime Murders, trailer italiano online

Nonostante queste premesse e il successo riscosso online e sui social dal trailer ufficiale (quasi 4 milioni di visualizzazioni su YouTube), Pupazzi senza gloria non ha avuto l’impatto sperato in sala. Negli Stati Uniti, il film è uscito lo scorso agosto e l’accoglienza media della critica è stata negativa, tanto che si è rivelato un flop clamoroso (costato 40 milioni di dollari, ne ha incassati poco più di 20): lo spettatore è avvisato. Distribuito da Lucky Red, Pupazzi senza gloria è al cinema dal 18 ottobre.

Pupazzi senza gloria

Commenti