La Quinzaine 2016 parla italiano: se l’Italia era rimasta a bocca asciutta nella corsa alla Palma d’Oro, ci ha pensato la sezione parallela del Festival di Cannes diretta da Édouard Waintrop a selezionare ben tre film azzurri particolarmente attesi. Si parte con il film d’apertura, che sarà Fai bei sogni di Marco Bellocchio, tratto dal noto romanzo di Massimo Gramellini.

Distribuito da 01 Distribution, il film racconterà la storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. I protagonisti saranno Valerio Mastandrea, Fabrizio Gifuni e Bérénice Bejo. Quest’ultima, alla prima collaborazione con Bellocchio, è la moglie e musa del celebre regista francese Michel Hazanavicius.

Quinzaine 2016: ecco i tre italiani

Quinzaine 2016 che ha scelto anche La pazza gioia di Paolo Virzì, che si preannuncia come uno dei fiori all’occhiello della sezione. Reduce dal successo di Il capitale umano, il regista toscano ha realizzato una commedia drammatica on the road che vede Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi nei panni di due donne ricoverate in un istituto mentale, che insieme danno vita a un’imprevedibile amicizia. Il film uscirà in sala durante Cannes, il 18 maggio. Ecco il trailer.

Infine, terzo film di casa nostra è Fiore di Claudio Giovannesi, giovane regista che si è già fatto apprezzare con Alì ha gli occhi azzurri. Ambientato in un carcere minorile, Fiore racconta la storia d’amore tra Daphne, detenuta per rapina, e Josh, anche lui giovane rapinatore. Nel cast, insieme agli esordienti Daphne Scoccia e Josciua Algeri, anche Valerio Mastandrea. Uscita prevista per maggio con Bim Distribuzione.

Il riscatto dell’Italia al Festival di Cannes

Tra gli altri film annunciati all’interno della sezione, svettano Neruda di Pablo Larraín (biopic dedicato al grande poeta cileno con Gael García Bernal e Alfredo Castro), Dog Eat Dog del maestro Paul Schrader (film di chiusura), Poesia sin fin di Alejandro Jodorowsky, L’Effet aquatique di Solveig Anspach (il film postumo della regista franco-islandese), L’économie du couple di Joachim LaFosse e Les Vies de Thérese di Sébastien Lifshitz.

Quinzaine 2016
Claudio Giovannesi, Marco Bellocchio e Paolo Virzì: la tripletta italiana a Cannes

Commenti