A sei anni dalla fine della saga, Robert Pattinson apre alla reunion di Twilight. Ospite al Festival di Toronto per presentare High Life, l’attore londinese ha rivendicato la dignità artistica del franchise con Kristen Stewart, tratto dai romanzi di Stephenie Meyer. “Twilight – ha dichiarato – mi sembra ieri, ma non mi piace quando criticano la saga. Chi dice che Twilight è il suo guilty pleasure, è come se mi dicessero che sono colpevole di qualcosa. Per me, in realtà, recitare nella saga è stato un vero piacere”.

Robert Pattinson apre alla reunion di Twilight

Ne è passata di acqua sotto i ponti dai tempi di Breaking Dawn. Da allora, Pattinson è diventato un attore adulto. Ha recitato per David Cronenberg in Cosmopolis e Maps to the Stars, per Werner Herzog in Queen of the Desert, per James Gray in Civiltà perduta. Quando ha scelto parti diverse, ha sorpreso tutti come in The Rover di David Michôd, L’infanzia di un capo di Brady Corbet e Good Time di Benny e Josh Safdie. “Si tratta di progetti che mi affascinavano molto, l’importante è stato arrivare a ruoli molto diversi da quelli che avevo fatto in passato”, ha raccontato al Variety Studio. All’Edward Cullen di Twilight, però, deve il successo.

Robert Pattinson apre alla reunion di Twilight
Robert Pattinson (foto: Twitter @RKmyBabies)

Robert Pattinson, Kristen Stewart e Twilight sono il passato

“Dopo tutto il tempo che ho passato a idratarmi la pelle, sono pronto a interpretare un diciassettenne da un momento all’altro. Eccomi!”, ha detto con il sorriso sulle labbra a chi gli ha domandato di una reunion con Bella Swan (Kristen Stewart). Pattinson ha presentato a Toronto High Life, film di fantascienza di Claire Denis nel quale interpreta Monte, un uomo solitario che vive con la figlioletta nello spazio profondo al di là del sistema solare. In realtà è un detenuto condannato a morte e usato come cavia per un esperimento di riproduzione umana.

Commenti