Steven Spielberg David di Donatello 2018 alla carriera. Sarà il regista di Cincinnati a ricevere il prestigioso Life Achievement Award assegnato dall’Accademia del Cinema Italiano nel corso della 62° edizione dei Premi. La Notte dei David andrà in scena mercoledì 21 marzo, in diretta in prima serata su Rai 1, condotta da Carlo Conti. “Siamo profondamente emozionati e onorati di consegnare il David alla Carriera a Steven Spielberg, fra i pochi che hanno realmente segnato la storia del cinema, plasmandola e riscrivendola secondo nuovi canoni”, ha detto Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia.

Steven Spielberg David di Donatello 2018 alla carriera

Reduce da The Post, Spielberg presenterà, nel corso della cerimonia, le prime immagini del suo nuovo attesissimo film Ready Player One, che arriverà nelle nostre sale il 28 marzo. “Lo amiamo per quella sua straordinaria capacità, che lo rende unico, di miscelare le possibilità offerte dalla tecnologia con la suggestione della narrazione – ha aggiunto Detassis – elevati tassi di spettacolarità con situazioni dal forte impatto emotivo: una ricetta che, applicata a quasi tutta la sua opera, ha prodotto un idioma rivoluzionario, divenuto immediatamente universale, in grado di innovare i generi tradizionali e demolire le frontiere, per arrivare a una platea di dimensioni mondiali. Le novità imposte dal cinema di Spielberg all’immaginario collettivo contemporaneo, sia come regista che come produttore, non si limitano a questo, coinvolgono anche l’aspetto industriale del cinema con la definizione del termine ‘blockbuster’, e quella fusione di generi e linguaggi che è alla base di tutta la produzione audiovisiva attuale”.

Steven Spielberg David di Donatello 2018
Steven Spielberg sul set di The Post (foto: 01 Distribution)

David di Donatello 2018, premio speciale a Spielberg

Spielberg succede a Roberto Benigni nell’associazione del David speciale. Nel 2016, invece, il premio era andato a Gina Lollobrigida e Paolo e Vittorio Taviani. Ready Player One, distribuito da Warner Bros. Pictures, è tratto dal bestseller omonimo di Ernest Cline, un romanzo cult acclamato come il primo, grande romanzo dell’Era digitale.

Commenti