Era il 24 maggio 1991 e nelle sale americane usciva un film sul quale nessuno aveva scommesso. Non ci credevano le protagoniste Susan Sarandon e Geena Davis, il regista Ridley Scott e la sceneggiatrice Callie Khouri, che si è sempre detta “completamente sorpresa e scioccata” dal successo, ma anche dalle reazioni scatenate dalla pellicola (Rush Limbaugh di US News & World Report la definì una “feminazi”). Oggi Thelma & Louise compie 25 anni ed è diventato un classico. Per festeggiare questa speciale ricorrenza, ecco 10 curiosità sul cult movie manifesto del femminismo hollywoodiano.

10. Un’idea venuta nel cuore della notte
La sceneggiatrice Callie Khouri ha raccontato che lo spunto del film è nato alle 3.30 di notte, quando era rientrata a casa dalle riprese di un videoclip. Ma soprattutto, che dietro lo script ci sono gli insulti sessisti che aveva spesso ricevuto. “Mi era accaduto nel traffico e un’altra volta con un camionista”, ha rivelato a Village Voice. “All’improvviso, ero piena di una rabbia che non sapevo di avere”. Quella del film era la sua prima sceneggiatura: per scriverla ha impiegato sei mesi.

Thelma & Louise compie 25 anni: alla scoperta dei suoi segreti

9. Il vero cast
Thelma & Louise compie 25 anni e deve parte del suo successo alle due protagoniste, che in realtà non furono la prima scelta. La Khouri, che voleva dirigere il film in proprio con un budget da 3 milioni di dollari, aveva pensato a Frances McDormand e Holly Hunter. Poi entrò Ridley Scott (anche lui una “seconda scelta”: avrebbe dovuto dirigere uno tra Bob Rafelson, Richard Donner e Kevin Reynolds), che fece incrementare il budget a 16.5 milioni e andò su Sarandon e Davis (non prima di Jodie Foster, Goldie Hawn, Michelle Pfeiffer e persino Meryl Streep). Mentre per la parte di J.D., Brad Pitt soffiò il ruolo a George Clooney, che per molto tempo la prese piuttosto male. In realtà prima dei due furono provinate altre future star come Johnny Depp, Sean Penn e Billy Baldwin.

Thelma & Louise compie 25 anni
Thelma & Louise

8. L’esplosione del camion
È una delle scene più spettacolari del film e le espressioni sui volti delle due protagoniste appaiono davvero stupefatte. Frutto di riusciti effetti speciali? Per niente: Scott truccò la petroliera per fare in modo che saltasse realmente in aria, ma le due attrici non ne sapevano nulla. Al momento del boato, lo stupore della coppia fu proprio reale.

7. Un film “anti-uomini”
Oggi che è il giorno del compleanno del cult movie con Susan Sarandon e Geena Davis, rileggere le recensioni dell’epoca fa scoprire quanto i critici americani temessero il film. “Volevamo fare il nostro Butch Cassidy o Jules e Jim, non una dichiarazione politica”, ha rivelato la Sarandon a EW, mentre per Scott era piuttosto “un’odissea potente e commovente dove il paesaggio è il terzo protagonista”. Invece, piombarono sulla pellicola accuse di misandria. “È un giudizio totalmente ridicolo se si pensa alla lunga storia di violenza e misoginia nel cinema”, ha dichiarato la Khouri al Washington Post. “Ci sono milioni di esempi di donne brutalizzate per nessun altro motivo se non il piacere di chi gode nel farlo, il che rende la questione della denigrazione maschile assolutamente assurda”.

6. Incassi e Oscar
Quando uscì al cinema, il film non fu proprio un successo clamoroso: costato 16.5 milioni di dollari, ne incassò 45. Furono il tempo e gli Oscar a renderlo un classico: candidato a sei statuette, vinse soltanto per la migliore sceneggiatura. Memorabile la battuta della Khouri quando ritirò il premio: “Lo dedico a tutti quelli che volevano vedere un happy ending per Thelma e Louise”.

10 curiosità per il compleanno del cult movie con Susan Sarandon e Geena Davis

5. Il finale alternativo
Uno dei motivi che hanno reso questo film un classico è il suo memorabile finale, nel quale vennero impiegate ben 24 auto della polizia e tre elicotteri. Ma Scott e Khouri non l’avevano pensato esattamente in questo modo: online è possibile vedere la sequenza finale alternativa, in cui è stata usata un’altra musica e le cose vanno in maniera differente. Per scoprire in che modo, ecco il video.

4. Il corpo di Brad Pitt
Durante la scena d’amore tra Geena Davis e Brad Pitt, Scott escogitò un trucco per rendere ancora più sexy il fisico dell’attore: spruzzò d’acqua Evian la pancia di Pitt per far risaltare i suoi addominali!

3. Il destino di Thelma
Per il compleanno del cult movie con Susan Sarandon e Geena Davis si può rivelare il vero destino di Thelma: se quello di Louise era già stato segnato con la morte prima di iniziare la riprese, quello della sua amica non era così chiaro. “Puoi spingerla fuori dalla macchina all’ultimo minuto”, disse Scott alla Sarandon, come ha ricordato l’attrice in diverse interviste. “Ma io mi sono guadagnata il diritto di morire!”, ha poi aggiunto scherzando.

Al #1 il senso di quel salto nel vuoto…

2. Il marito di Thelma
Darryl, il marito rude e stupido di Thelma, venne interpretato da Christopher McDonald, attore che fu il vero ex di Geena Davis: i due ebbero una relazione negli anni 80, prima che l’attrice sposasse Jeff Goldblum. In un’intervista del 1992, McDonald definì quell’esperienza sul set come “davvero catartica”.

1. Quel finale secondo Callie Khouri
Per me, la scena finale del film non è mai stata concepita in senso letterale”, ha rivelato la sceneggiatrice. “È stato piuttosto un modo per dire che questo è un mondo nel quale le protagoniste non credevano ci fosse possibilità di giustizia. Non l’ho mai visto come un suicidio”.

Thelma & Louise compie 25 anni
Il finale di Thelma & Louise

Commenti