Martedì 18 aprile è andato in onda il primo dei quattro episodi della nuova fiction Rai con Cristiana Capotondi, Alessio Boni e Stefania Rocca: ma qual è stata la reazione del pubblico al debutto di “Di Padre in figlia?

Inizia la nuova fiction con Cristiana Capotondi, Alessio Boni e Stefania Rocca: buona la prima?

Le vicende – animate dal tema/filo conduttore dell’emancipazione femminile nell’Italia a partire dagli anni ’50 – sembrano aver appassionato gli spettatori, che hanno trovato soprattutto in Cristiana Capotondi un’interessante protagonista ed eroina dei tempi che furono: “Come al solito. ..sei una garanzia di qualità. ..mi sei piaciuta moltissimo” – scrive un’utente entusiasta su Facebook – “Di solito non amo le fiction, ma quando ho iniziato a vederla ho capito subito che mi sarebbe interessata: ottimo cast!“.

Ambientata a Bassano del Grappa e, in generale, in quell’area del Veneto, la prima puntata della fiction è stata seguita da moltissimi spettatori, che ormai da un po’ di tempo a questa parte (dopo il lancio di Sorelle e La Porta Rossa) tendono a fidarsi di più di quello che propone ‘mamma  Rai’ in prima serata.

Stavolta però si torna su toni più storici e più nostrani: l’evoluzione e le vicissitudini di una famiglia patriarcale capitanata da Alessio Boni, 50 anni, che torna sul piccolo schermo nei panni dell’arrogante pater familias Giovanni. Uno degli aspetti su cui il pubblico ha avuto da ridire è stata la resa dell’accento veneto e, in alcuni casi, il linguaggio, giudicato da alcuni utenti “troppo volgare”: in loro difesa, parte del pubblico (anche veneto)  ha assicurato che in effetti a quel tempo si cominciavano a sdoganare parolacce e forme più colloquiali, specialmente tra i giovani.

Anticipazioni dopo il debutto di Di Padre in Figlia

Cosa ci aspetterà nella puntata successiva al debutto di Di Padre in Figlia? Gli anni procederanno e ci troveremo all’inizio degli anni ’60: Maria Teresa si troverà ad iniziare la sua carriera universitaria nella facoltà di chimica, i gemelli cominceranno a venir fuori particolarmente ribelli e testardi. Elena, invece, la vedremo impegnata ad organizzare il so matrimonio con Filippo, Franca (attenzione agli spoiler) riceverà una grande sorpresa_ il ritorno della sua vecchia fiamma Jeorge, l’unico uomo che le abbia mai amato. Come reagirà a questo incontro?

Giovanni, dal canto suo, si troverà ad affrontare la gravidanza della figlia Elena, l’esberanza dei gemelli (che cominciano a sperimentare le nuove mode dell’epoca, tra cui anche le droghe), l’approccio all’università di Maria Teresa, e soprattutto la sua partecipazione alle manifestazioni a favore dell’aborto come pratica regolare, che la fa anche arrestare: inutile dire che il Franza Senior non la prenderà affatto bene.. Per fortuna, però, c’è il piccolo Antonio da “plasmare”, il suo unico erede diretto. Riuscirà il ragazzo a reggere le aspettative del padre? Lo vedremo nella puntata del 25 aprile di “Di padre in figlia”

Commenti